Torna alla provincia di Siena

San Gimignano

Foto © Editori dell'Acero San Gimignano

San Gimignano (C.A.P. 53037) dista 39,5 chilometri da Siena, capoluogo della omonima provincia cui il comune appartiene.

San Gimignano conta 7.105 abitanti (Sangimignanesi) e ha una superficie di 138,77 chilometri quadrati per una densità abitativa di 51,20 abitanti per chilometro quadrato. Sorge a 324 metri sopra il livello del mare.

Il municipio è sito in Piazza Del Duomo 2, tel. 0577 - 9901 fax. 0577 - 940112: l'indirizzo di posta elettronica è sindaco@comune.sangimignano.si.it.

Cenni anagrafici: Il comune di San Gimignano ha fatto registrare nel censimento del 1991 una popolazione pari a 6.956 abitanti. Nel censimento del 2001 ha fatto registrare una popolazione pari a 7.105 abitanti, mostrando quindi nel decennio 1991 - 2001 una variazione percentuale di abitanti pari al 2,14%.

Gli abitanti sono distribuiti in 2.713 nuclei familiari con una media per nucleo familiare di 2,62 componenti.

Foto © Editori dell'Acero Collegiata Santa Maria Assunta

Cenni geografici: Il territorio del comune risulta compreso tra i 67 e i 629 metri sul livello del mare.

L'escursione altimetrica complessiva risulta essere pari a 562 metri.

Cenni occupazionali: Risultano insistere sul territorio del comune 301 attività industriali con 1.788 addetti pari al 45,57% della forza lavoro occupata, 230 attività di servizio con 503 addetti pari al 12,82% della forza lavoro occupata, altre 282 attività di servizio con 1.112 addetti pari al 28,34% della forza lavoro occupata e 39 attività amministrative con 521 addetti pari al 13,28% della forza lavoro occupata.

Risultano occupati complessivamente 3.924 individui, pari al 55,23% del numero complessivo di abitanti del comune.

San Gimignano sorge su un colle dominante la Val d'Elsa.

San Gimignano è una cittadina agricola famosa per la produzione vitivinicola della Vernaccia e la coltivazione dello zafferano. L’attuale economia di San Gimignano, prevalentemente industriale, è caratterizzata anche da una crescente attività turistica e da una fiorente attività artigianale.

Foto © Editori dell'Acero Piazza Sant'Agostino

La zona di San Gimignano era abitata dagli Etruschi già tra il III e il II secolo A.C., come dimostrano i reperti archeologici conservati nel Museo cittadino. Non sono note testimonianze del periodo romano.

La storia ufficiale di San Gimignano iniziò intorno al X secolo quando il vescovo di Modena, San Gimignano difese e salvò il borgo dalle orde barbariche: da allora il borgo prese il nome del Santo Vescovo.

Il borgo di San Gimignano fiorì intorno all'anno 1000, quando divenne libero comune si dotò di un sicuro giro di mura e accolse i nobili aristocratici provenienti dalle campagne che vi costruirono ciascuno una casa-torre. Nel X secolo le torri si addensarono formando un caratteristico insediamento urbano.

Nel XII secolo San Gimignano era retto dai Ghibellini, appartenenti alla fazione politica che sosteneva l'Impero, e iniziò per il borgo un periodo di espansione economica sostenuta dal commercio dei prodotti agricoli locali.

Foto © Editori dell'Acero Piazza Duomo

Alla fine del XIII secolo si contavano settantadue torri, sentore dell'emergente aristocrazia urbana, delle quali oggi ne rimangono circa quindici, sufficienti a rendere inconfondibile la fisionomia medievale della cittadina.

Nei primi decenni del XIV secolo si insediarono a San Gimignano gli ordini religiosi dei Francescani, dei Domenicani e delle Benedettine.

Nel corso del 1300, iniziò un periodo di declino economico e demografico, dovuto alle lotte intestine tra guelfi (sostenitori del Papato) e ghibellini (sostenitori dell'Impero), e all'epidemia di peste bubbonica che decimò la popolazione e che si concluse con la consegna della città stremata a Firenze nel 1351.

Foto © Editori dell'Acero Piazza della Cisterna

Da allora entrata nel dominio di Firenze, San Gimignano ne seguì le sorti fino al 1861, anno dell'annessione della Toscana al Regno d'Italia.

Tra i monumenti di maggiore interesse a San Gimignano, segnaliamo qui la Chiesa di Sant'Agostino, la Chiesa di San Jacopo, la Chiesa di San Bartolo, la Colleggiata di Santa Maria Assunta e la Rocca di Montestaffoli.

Tra le innumerevoli manifestazioni che si svolgono periodicamente a San Gimignano segnaliamo qui la tradizionale "Fiera delle Messi" che si tiene durante il terzo fine settimana del mese di giugno. La manifestazione prevede un corteo storico in costume che rievoca le attività e le tradizioni medievali della Val d'Elsa.