Torna alla provincia di Arezzo

Castel Focognano

Foto © Comune di Castel focognano Scorcio di Castel Focognano

Castel Focognano (C.A.P. 52016) dista 25,7 chilometri da Arezzo, capoluogo della omonima provincia cui il comune appartiene.

Castel Focognano conta 3.328 abitanti (Focognanesi o Rassinesi) e ha una superficie di 56,6 chilometri quadrati per una densità abitativa di 58,80 abitanti per chilometro quadrato. Sorge a 310 metri sopra il livello del mare.

Il municipio è sito in Piazza Mazzini 3, tel. 0575 - 51541 fax. 0575 - 5154322: l'indirizzo di posta elettronica è castelfocognano@casentino.toscana.it.

Cenni anagrafici: Il comune di Castel Focognano ha fatto registrare nel censimento del 1991 una popolazione pari a 3.343 abitanti. Nel censimento del 2001 ha fatto registrare una popolazione pari a 3.328 abitanti, mostrando quindi nel decennio 1991 - 2001 una variazione percentuale di abitanti pari al -0,45%.

Gli abitanti sono distribuiti in 1.274 nuclei familiari con una media per nucleo familiare di 2,61 componenti.

Cenni geografici: Il territorio del comune risulta compreso tra i 281 e i 1.458 metri sul livello del mare.

L'escursione altimetrica complessiva risulta essere pari a 1.177 metri.

Foto © Editori dell'Acero Scorcio di Sant`Antonio a Socana

Cenni occupazionali: Risultano insistere sul territorio del comune 89 attività industriali con 389 addetti pari al 42,89% della forza lavoro occupata, 69 attività di servizio con 143 addetti pari al 15,77% della forza lavoro occupata, altre 87 attività di servizio con 287 addetti pari al 31,64% della forza lavoro occupata e 21 attività amministrative con 88 addetti pari al 9,70% della forza lavoro occupata.

Risultano occupati complessivamente 907 individui, pari al 27,25% del numero complessivo di abitanti del comune.

Castel Focognano sorge sul versante orientale del Pratomagno nel Casentino, dominante il torrente Soliggine.

L'economia locale si basa prevalentemente sulla produzione di frumento, foraggi, uva e olive sull'attività di numerose industrie operanti nel settore dell'abbigliamento e del cemento.

Il nome della località deriva dal composto di "castello", derivante quest'ultimo dal latino "castellum", e di "Focognano", dal nome di persona latino "Falconius" o "Fulconius", al quale venne successivamente aggiunto il suffisso "-anus" per indicare appartenenza.

I primi insediamenti nella zona di Castel Focognano risalgono all'epoca degli Etruschi, come dimostrano i numerosi ritrovamenti archeologici rinvenuti in zona e databili a tale epoca.

Foto © Comune di Castel focognano Chiesa Castel Focognano

In epoche successive il territorio si spopolò per poi popolarsi di nuovo intorno al secolo XI, quando ivi venne eretto un castello attorno al quale la comunità di Castel Focognano si raccolse e costruì le proprie abitazioni.

Il borgo di Castel Focognano viene citato per la prima volta in un documento ufficiale del 1028 che attesta la presenza di un castello fortificato e circondato da una doppia cinta muraria.

In quel tempo il borgo si trovava sottoposto alla giurisdizione della famiglia Giannellini, che ne mantenne il possesso nei tre secoli successivi.

Nel 1322 il territorio di Castel Focognano venne invaso dalle truppe di Guido Tarlati, vescovo di Arezzo, e dopo un lungo assedio il borgo dovette arrendersi al potere aretino.

Successivamente la proprietà del castello di Castel Focognano passò alla famiglia Umbertini e infine esso venne annesso ai domini della Repubblica di Firenze che, iniziata una grandiosa politica di espansione territoriale, aveva già conquistato parte dei borghi del Casentino.

Il borgo di Castel Focognano si trovò quindi dapprima sotto la giurisdizione dei Granduchi de' Medici, i quali stabilirono una delle sedi podestarili del contado fiorentino.

La dominazione medicea si protrasse ininterrottamente fino all'inizio del XVIII secolo, quando, alla morte dell'ultimo discendente diretto del casato mediceo, Castel Focognano passò ai Duchi di Lorena.

Nel 1778 il Granduca Pietro Leopoldo di Lorena trasferì la sede amministrativa del comune presso la vicina località di Rassina e ivi rimase anche dopo l'Unità d'Italia, avvenuta nel 1861 ad opera del Re Vittorio Emanuele II di Savoia.

Tra i monumenti di maggiore rilievo a Castel Focognano citiamo qui la Chiesa di Sant'Antonino, la Podesteria, il Mulino del Bonano e la Torre di Ronda, oggi sede del "Centro di documentazione sulla cultura rurale del Casentino".

Tra le numerose manifestazioni che si svolgono periodicamente a Castel Focognano segnaliamo qui la "Fiera di Sant'Anna" che si svolge annualmente nel mese di luglio e che prevede l'allestimento di stand enogastronomici per la degustazione degli ottimi prodotti tipici locali.