Torna alla provincia di Arezzo

Subbiano

Foto © Comune di Subbiano
Subbiano

Subbiano (C.A.P. 52010) dista 14,6 chilometri da Arezzo, capoluogo della omonima provincia cui il comune appartiene.

Subbiano conta 5.485 abitanti (Subbianesi) e ha una superficie di 78,25 chilometri quadrati per una densità abitativa di 70,10 abitanti per chilometro quadrato. Sorge a 266 metri sopra il livello del mare.

Il municipio è sito in Via Verdi 9, tel. 0575 - 421711 fax. 0575 - 421742: l'indirizzo di posta elettronica è urp@comune.subbiano.ar.it.

Cenni anagrafici: Il comune di Subbiano ha fatto registrare nel censimento del 1991 una popolazione pari a 4.442 abitanti. Nel censimento del 2001 ha fatto registrare una popolazione pari a 5.485 abitanti, mostrando quindi nel decennio 1991 - 2001 una variazione percentuale di abitanti pari al 23,48%.

Gli abitanti sono distribuiti in 2.065 nuclei familiari con una media per nucleo familiare di 2,66 componenti.

Cenni geografici: Il territorio del comune risulta compreso tra i 230 e i 1.414 metri sul livello del mare.

L'escursione altimetrica complessiva risulta essere pari a 1.184 metri.

Foto © Comune di Subbiano
Subbiano

Cenni occupazionali: Risultano insistere sul territorio del comune 179 attività industriali con 957 addetti pari al 57,62% della forza lavoro occupata, 100 attività di servizio con 266 addetti pari al 16,01% della forza lavoro occupata, altre 105 attività di servizio con 329 addetti pari al 19,81% della forza lavoro occupata e 38 attività amministrative con 109 addetti pari al 6,56% della forza lavoro occupata.

Risultano occupati complessivamente 1.661 individui, pari al 30,28% del numero complessivo di abitanti del comune.

Subbiano sorge nel Casentino, lungo la riva sinistra del fiume Arno.

L'economia locale si basa prevalentemente sulla produzione di cereali, olive, ortaggi e frutta e sull'attività di numerose industrie nel settore meccanico, calzaturiero e dell'abbigliamento.

Il nome della località deriva con tutta probabilità dal nome proprio di persona latino "Sibiano", al quale venne aggiunto il suffisso "-anus" a indicare possesso.

Le prime notizie storiche relative al borgo di Subbiano risalgono al XII secolo, quando esso si trovava sottoposto alla giurisdizione di Albertino, appartenente al casato degli Albertini di Chitigiano, il quale tuttavia possedeva solo una parte del territorio di Subbiano.

Nel secolo successivo una parte della proprietà annessa al castello venne concessa dall'imperatore Federico II ai Conti Guidi, i quali ne mantennero il controllo per circa un secolo.

Foto © Comune di Subbiano
Chiesa di Subbiano

Successivamente la proprietà dei Conti Guidi passò al Vescovo di Arezzo Guido Tarlati. La famiglia di quest'ultimo dominò a lungo il territorio di Subbiano sin quando Pier Saccone Tarlati cedette il borgo alla Repubblica di Firenze.

Nel 1343 gli abitanti di Subbiano si ribellarono al potere fiorentino riuscendo a ottenere da quest'ultimo una certa autonomia. Rientrato temporaneamente nell'orbita di Arezzo, a metà del XVI secolo il borgo venne nuovamente annesso ai possedimenti della Repubblica di Firenze.

Con l'avvento al potere della dinastia de' Medici ebbe inizio per Subbiano un periodo di stabilità politica e di fioritura artistica e economica. I Granduchi de' Medici intrapresero la costruzione di palazzi e ville nobiliari di grande fascino artistico e che ancora oggi è possibile ammirare.

All'inizio del Settecento, con il passaggio del potere ai Duchi di Lorena, vennero avviati i primi lavori di bonifica dei terreni che favorirono lo sviluppo di una economia a carattere rurale.

Foto © Comune di Subbiano
Il Castello di Subbiano

All'inizio dell'Ottocento la dominazione lorenese venne interrotta dall'invasione del territorio compiuta dall'esercito francese di Napoleone Bonaparte che ivi rimase stanziato fino al 1814, anno in cui Subbiano entrò a far parte del Granducato di Toscana.

Nel 1861 Subbiano venne annessa al Regno d'Italia ad opera del Re Vittorio Emanuele II di Savoia.

Tra i monumenti di maggiore rilievo a Subbiano citiamo qui la Chiesa di Santa Maria della Visitazione, il Palazzo Subbiani-Ducci e il Castello.

Tra le numerose manifestazioni che si svolgono periodicamente a Subbiano segnaliamo qui la "Festa dell'Uva" che si tiene annualmente nel mese di settembre e che prevede l'allestimento di stand gastronomici e di prodotti artigianali e la sfilata di un corteo in costume che rievoca antichi usi e costumi.