Torna alla provincia di Firenze

Bagno a Ripoli

Foto © Editori dell'Acero Santa Maria all`Antella

Bagno a Ripoli (C.A.P. 50012) dista 10,3 chilometri da Firenze, capoluogo della omonima provincia cui il comune appartiene.

Bagno a Ripoli conta 25.228 abitanti (Bagnesi) e ha una superficie di 74,09 chilometri quadrati per una densità abitativa di 340,50 abitanti per chilometro quadrato. Sorge a 75 metri sopra il livello del mare.

Il municipio è sito in Piazza della Vittoria 1, tel. 055 - 63901 fax. 055 - 6390267: l'indirizzo di posta elettronica è urp@comune.bagno-a-ripoli.fi.it.

Cenni anagrafici: Il comune di Bagno a Ripoli ha fatto registrare nel censimento del 1991 una popolazione pari a 27.382 abitanti. Nel censimento del 2001 ha fatto registrare una popolazione pari a 25.228 abitanti, mostrando quindi nel decennio 1991 - 2001 una variazione percentuale di abitanti pari al -7,87%.

Gli abitanti sono distribuiti in 9.466 nuclei familiari con una media per nucleo familiare di 2,67 componenti.

Cenni geografici: Il territorio del comune risulta compreso tra i 60 e i 595 metri sul livello del mare.

L'escursione altimetrica complessiva risulta essere pari a 535 metri.

Foto © Editori dell'Acero San Donnino a Villamagna

Cenni occupazionali: Risultano insistere sul territorio del comune 589 attività industriali con 3.646 addetti pari al 39,71% della forza lavoro occupata, 527 attività di servizio con 1.606 addetti pari al 17,49% della forza lavoro occupata, altre 505 attività di servizio con 2.292 addetti pari al 24,96% della forza lavoro occupata e 86 attività amministrative con 1.637 addetti pari al 17,83% della forza lavoro occupata.

Risultano occupati complessivamente 9.181 individui, pari al 36,39% del numero complessivo di abitanti del comune.

Bagno a Ripoli sorge a sud-est di Firenze in una zona compresa tra il fiume Arno e il fiume Ema.

L'economia locale è attiva nel settore agricolo con la produzione di cereali, frutta, ortaggi, e olive da tavola e di olio. Rilevante è anche l'attività industriale nel settori dell'industria elettromeccanica e della produzione di materiali da costruzione.

Il nome della località deriva dal composto di "Bagno", che si riferisce all'antica presenza di alcune terme in zona e di "Ripoli" dal latino "ripa" con il significato di "riva".

I primi insediamenti nell località di Bagno a Ripoli si formarono al tempo degli Etruschi, che le diedero il nome "Marm".

Foto © Editori dell'Acero San Donnino a Villamagna: la Torre Campanaria

Nel III secolo A. C. Bagno a Ripoli era un'importante centro commerciale, conosciuto con il nome di "Quarto", essendo posta al quarto miglio da Firenze lungo la "Via Cassia".

Nel corso del XIII secolo si costituì la Lega di Rìpoli che comprendeva alcuni territori limitrofi e che ebbe funzioni amministrative e militari.

La Lega di Rìpoli era una delle settantadue comunità nelle quali era diviso il contado fiorentino.

In quel tempo la principale risorsa economica proveniva dai prodotti della terra, sia grazie alla particolare fertilità dei suoli che alla vicinanza con il ricco mercato rappresentato dalla città di Firenze. Più tardi si sviluppò anche la lavorazione della lana.

Bagno a Ripoli, ormai parte del territorio fiorentino, visse gli eventi politici che interessarono la Repubblica di Firenze e in primo luogo le lotte intestine tra la fazione politica dei Guelfi (sostenitrice del Papato) e quella dei Ghibellini (sostenitrice dell'Impero) che si conclusero solo con l'avvento al potere del casato de' Medici.

Dal XV secolo vennero intraprese alcune opere di bonifica del territorio e Bagno a Ripoli cominciò a godere di una certa prosperità. La città fu arricchita di ville e giardini essendo particolarmente suggestiva per la bellezza dei suoi paesaggi.

Alla fine del XVIII secolo ai Granduchi de' Medici successero i Duchi di Lorena, i quali mantennero il controllo di Bagno a Ripoli per quasi un secolo.

Foto © Editori dell'Acero Pieve di San Pietro a Ripoli

Nel 1861 Bagno a Ripoli venne annessa al Regno d'Italia ad opera del Re Vittorio Emanuele II di Savoia.

Tra i monumenti di maggiore rilievo a Bagno a Ripoli citiamo qui la Chiesa di San Pietro, l'Oratorio di Santa Caterina, la Chiesa di Santa Maria a Quarto e il Palazzo Pretorio.

Tra le numerose manifestazioni che si svolgono periodicamente a Bagno a Ripoli segnaliamo qui il "Palio delle Contrade" che si tiene la seconda domenica di settembre.
La manifestazione prevede una sfilata di nobili a cavallo, dame e sbandieratori in costumi medievali e la tradizionale "Giostra della Stella" (i partecipanti a cavallo cercano di infilare la spada in una stella stretta tra le zampe di un leone) nella quale le quattro contrade di Bagno a Ripoli si contendono il palio.