Torna alla provincia di Firenze

Firenzuola

© Reti e Sistemi Toscana.indettaglio.it

Firenzuola (C.A.P. 50033) dista 75 chilometri da Firenze, capoluogo della omonima provincia cui il comune appartiene.

Firenzuola conta 4.809 abitanti (Firenzuolini) e ha una superficie di 271,69 chilometri quadrati per una densità abitativa di 17,70 abitanti per chilometro quadrato. Sorge a 422 metri sopra il livello del mare.

Il municipio è sito in Piazza Don Stefano Casini 1, tel. 055 - 8199401 fax. 055 - 819366: l'indirizzo di posta elettronica è protocollo@comune.firenzuola.fi.it.

Cenni anagrafici: Il comune di Firenzuola ha fatto registrare nel censimento del 1991 una popolazione pari a 4.844 abitanti. Nel censimento del 2001 ha fatto registrare una popolazione pari a 4.809 abitanti, mostrando quindi nel decennio 1991 - 2001 una variazione percentuale di abitanti pari al -0,72%.

Gli abitanti sono distribuiti in 2.025 nuclei familiari con una media per nucleo familiare di 2,37 componenti.

Cenni geografici: Il territorio del comune risulta compreso tra i 220 e i 1.290 metri sul livello del mare.

L'escursione altimetrica complessiva risulta essere pari a 1.070 metri.

Cenni occupazionali: Risultano insistere sul territorio del comune 177 attività industriali con 1.220 addetti pari al 57,90% della forza lavoro occupata, 102 attività di servizio con 205 addetti pari al 9,73% della forza lavoro occupata, altre 128 attività di servizio con 456 addetti pari al 21,64% della forza lavoro occupata e 49 attività amministrative con 226 addetti pari al 10,73% della forza lavoro occupata.

Risultano occupati complessivamente 2.107 individui, pari al 43,81% del numero complessivo di abitanti del comune.

Firenzuola sorge in posizione collinare lungo la vallata che si estende a sinistra del fiume Santerno.

L'economia locale si basa prevalentemente sulla produzione di cereali, foraggi, erbe aromatiche, sull'allevamento del bestiame, sull'attività estrattiva per la produzione industriale di gas metano e sull'attività di numerose industrie per la produzione dei materiali da costruzione e di confezioni.

Il nome della località è da intenderesi con il significato di "piccola Firenze".

Il borgo di Firenzuola venne fondato nel 1332 dai Fiorentini che in tal modo intendevano difendere la città di Firenze dall'avanzata delle truppe degli Ubaldini.

Venne costruita una rocca fortificata lungo l'importante strada che conduceva a Bologna, attorno al quale la comunità iniziò successivamente a raccogliersi costruendo le proprie case e sviluppando le prime attività economiche di estrazione e lavorazione della "pietra serena" (pietra arenaria di colore grigio spesso utilizzata per la pavimentazione delle strade).

La costruzione della rocca venne completata solo nel 1410: prima del suo completamento il borgo subì un duro assedio da parte degli Ubaldini che causò numerosi danneggiamenti al suo territorio.

Alla fine del XV secolo, entrato ormai stabilmente nell'orbita della Repubblica di Firenze che in quel tempo si trovava governata dai Granduchi de' Medici, il sistema fortificato comprendente la rocca venne ristrutturato e trasformato per volere di Lorenzo de' Medici.

Quest'ultimo affidò la direzione dei lavori all'architetto Antonio da Sangallo il Vecchio, il quale realizzò una imponente cinta muraria munita di torri e di solide porte d'accesso alla città, divenendo quest'ultima una vera roccaforte della Repubblica di Firenze.

La dominazione dei Granduchi de' Medici si protrasse fino all'inizio del XVIII secolo, quando il casato mediceo si estinse per mancanza di eredi diretti. Nel 1736 la proprietà del borgo di Firenzuola passò ai Duchi di Lorena.

I Duchi di Lorena governarono il territorio di Firenzuola fino all'inizio del secolo successivo quando avvenne l'invasione delle truppe napoleoniche, la cui occupazione si risolse soltanto nel 1814.

Dal 1815 Firenzuola venne inserita nel Granducato di Toscana, retto dai Lorena, rimanendovi fino all'Unità d'Italia avvenuta nel 1861 ad opera del Re Vittorio Emanuele II di Savoia.

Tra i monumenti di maggiore rilievo a Firenzuola citiamo qui la Parrocchiale di San Giovanni Battista, il "Museo della Pietra Serena", la Rocca e i resti delle fortificazioni medievali.

La città di Firenzuola ha dato i natali all'architetto Antonio da Sangallo il Vecchio (XV secolo) e al novelliere Agnolo Giovannini, detto "il Firenzuola" (1493-1543).

Tra le numerose manifestazioni che si svolgono periodicamente a Firenzuola segnaliamo qui la tradizionale "Mostra dell'Artigianato" che si svolge annualmente nel mese di luglio e che prevede l'allestimento di numerosi stand espositivi nel centro storico, presso i quali è possibile ammirare il meglio della produzione artigianale locale.