Torna alla provincia di Lucca

Molazzana

© Reti e Sistemi Toscana.indettaglio.it

Molazzana (C.A.P. 55020) dista 41,7 chilometri da Lucca, capoluogo della omonima provincia cui il comune appartiene.

Molazzana conta 1.187 abitanti (Molazzanesi) e ha una superficie di 31,65 chilometri quadrati per una densità abitativa di 37,50 abitanti per chilometro quadrato. Sorge a 474 metri sopra il livello del mare.

Il municipio è sito in Via Parco Rimembranza 11, tel. 0583 - 760151 fax. 0583 - 760330: l'indirizzo di posta elettronica è segreteria.molazzana@tin.it.

Cenni anagrafici: Il comune di Molazzana ha fatto registrare nel censimento del 1991 una popolazione pari a 1.257 abitanti. Nel censimento del 2001 ha fatto registrare una popolazione pari a 1.187 abitanti, mostrando quindi nel decennio 1991 - 2001 una variazione percentuale di abitanti pari al -5,57%.

Gli abitanti sono distribuiti in 491 nuclei familiari con una media per nucleo familiare di 2,42 componenti.

Cenni geografici: Il territorio del comune risulta compreso tra i 173 e i 1.859 metri sul livello del mare.

L'escursione altimetrica complessiva risulta essere pari a 1.686 metri.

Cenni occupazionali: Risultano insistere sul territorio del comune 9 attività industriali con 32 addetti pari al 15,84% della forza lavoro occupata, 14 attività di servizio con 28 addetti pari al 13,86% della forza lavoro occupata, altre 16 attività di servizio con 46 addetti pari al 22,77% della forza lavoro occupata e 9 attività amministrative con 96 addetti pari al 47,52% della forza lavoro occupata.

Risultano occupati complessivamente 202 individui, pari al 17,02% del numero complessivo di abitanti del comune.

Molazzana sorge sulla destra della valle del fiume Serchio, in Garfagnana.

L'economia locale si basa prevalentemente sulla produzione di cereali, uva da vino e sulla pastorizia.

Il nome della località deriva con tutta probabilità dal nome proprio di persona latino "Munatius", al quale venne successivamente aggiunto il suffisso "-ana", indicante appartenenza.

La località viene citata per la prima volta in un documento ufficiale del 1105. In quel tempo Molazzana si trovava sottoposta alla giurisdizione della Pieve di Gallicano, che a sua volta si trovò dapprima sotto l'influenza di alcuni signori di Careggine e successivamente della famiglia Porcareschi.

All'inizio del XIV secolo il borgo di Molazzana passò sotto il dominio della Repubblica di Lucca. Quest'ultima dominò il territorio fino al secolo successivo, quando la famiglia ferrarese degli Estensi si impose sul territorio.

Nel 1430 il borgo di Molazzana venne inserito nel Ducato di Modena, retto dagli Estensi. Tuttavia Molazzana fece ufficialmente parte del ducato modenese solo dal 1451, anno in cui l'imperatore Niccolò V ufficializzò la proprietà del borgo agli Estensi.

Nel XIV secolo, durante il Pontificato di Leone X, la proprietà di Molazzana passò alla Repubblica di Firenze che ne mantenne il controllo fino a metà del secolo successivo, quando alla morte del Pontefice Molazzana ritornò al Ducato di Modena, retto ancora dagli Estensi.

Questi ultimi si preoccuparono di avviare la crescita dell'economia locale che si incentrò prevalentemente sulle attività agricole e pastorali.

La dominazione estense si protrasse fino agli inizi del XIX secolo, periodo in cui avvenne l'invasione delle truppe francesi guidate da Napoleone Bonaparte che rimasero stanziate sul territorio fino al 1814.

Dal 1815 Molazzana ritornò nelle mani degli Estensi, i quali governarono ininterrottamente fino all'Unità d'Italia avvenuta nel 1861 ad opera del Re Vittorio Emanuele II di Savoia.

Tra i monumenti di maggiore rilievo a Molazzana citiamo qui la Chiesa dei Santi Lorenzo e Stefano a Cascio, la Chiesa di San Frediano a Sassi e il Castello.

Tra le numerose manifestazioni che si svolgono periodicamente a Molazzana segnaliamo il tradizionale "Tiro della Forma" che si tiene annualmente nel mese di agosto e che consiste nel lanciare una forma di formaggio pecorino facendole coprire la distanza maggiore possibile.