Torna alla provincia di Lucca

Sillano

© Reti e Sistemi Toscana.indettaglio.it

Sillano (C.A.P. 55030) dista 124,5 chilometri da Lucca, capoluogo della omonima provincia cui il comune appartiene.

Sillano conta 784 abitanti (Sillanesi) e ha una superficie di 62,22 chilometri quadrati per una densità abitativa di 12,60 abitanti per chilometro quadrato. Sorge a 735 metri sopra il livello del mare.

Il municipio è sito in Via Roma 12, tel. 0583 - 616056 fax. 0583 - 616245: l'indirizzo di posta elettronica è comune.sillano@nodalisfree.it.

Cenni anagrafici: Il comune di Sillano ha fatto registrare nel censimento del 1991 una popolazione pari a 792 abitanti. Nel censimento del 2001 ha fatto registrare una popolazione pari a 784 abitanti, mostrando quindi nel decennio 1991 - 2001 una variazione percentuale di abitanti pari al -1,01%.

Gli abitanti sono distribuiti in 330 nuclei familiari con una media per nucleo familiare di 2,38 componenti.

Cenni geografici: Il territorio del comune risulta compreso tra i 596 e i 2.054 metri sul livello del mare.

L'escursione altimetrica complessiva risulta essere pari a 1.458 metri.

Cenni occupazionali: Risultano insistere sul territorio del comune 17 attività industriali con 47 addetti pari al 29,38% della forza lavoro occupata, 13 attività di servizio con 29 addetti pari al 18,13% della forza lavoro occupata, altre 15 attività di servizio con 50 addetti pari al 31,25% della forza lavoro occupata e 11 attività amministrative con 34 addetti pari al 21,25% della forza lavoro occupata.

Risultano occupati complessivamente 160 individui, pari al 20,41% del numero complessivo di abitanti del comune.

Sillano sorge nel territorio della Garfagnana.

L'economia locale si basa sulla produzione di cereali, su attività di tipo silvo-pastorale e sul turismo, potendo contare quest'ultimo sulla bellezza dei paesaggi e dei monumenti cittadini e sulla presenza di numerosi e qualificati alberghi.

Il nome della località deriva probabilmente dal nome proprio di persona latino "Syllanus".

Secondo un'antica leggenda il borgo sarebbe stato fondato nell'anno 102 A. C. dai Romani, che in quel tempo si trovavano in guerra dapprima contro i Teutoni e successivamente contro i Cimbri. Essi avrebbero costruito sul territorio di Sillano un presidio militare al fine di contrastare l'avanzata degli eserciti nemici.

Il reale sviluppo e consolidamento del borgo avvenne durante l'Alto Medioevo, quando ivi venne fondata una fortezza e attorno a essa la comunità locale si raccolse, iniziando a costruire le proprie abitazioni.

Sin dal principio Sillano rivestì un ruolo strategicamente importante grazie principalmente alla presenza di un apparato fortificato che fino al XIV secolo la mise al riparo dalle invasioni nemiche.

Tuttavia all'inizio dello stesso secolo il territorio venne invaso e devastato dalle truppe del condottiero Castruccio Castracani che rasero al suolo anche l'antica fortezza di Sillano.

In seguito alle devastazioni compiute dalle truppe lucchesi al seguito del Castracani, il territorio iniziò a spopolarsi poichè privo di sistemi difensivi contro le continue incursioni nemiche che in quel periodo caratterizzarono l'intera area della Garfagnana.

A metà del secolo successivo la famiglia ferrarese degli Estensi, invocata dalle comunità della Garfagnana, intervenne a pacificare l'area.

Il borgo di Sillano venne allora inglobato nei possedimenti del Ducato di Modena, retto dagli Estensi, seguendone le sorti economiche e politiche fino alla sua annessione al Regno d'Italia, avvenuta nel 1861 ad opera del Re Vittorio Emanuele II di Savoia.

Tra i monumenti di maggiore rilievo a Sillano citiamo qui la Chiesa Parrocchiale di Sillano, la Chiesa di San Michele Arcangelo, la Chiesa di Rocca di Soraggio e il Parco dell'Orecchiella.

Tra le numerose manifestazioni che si svolgono periodicamente a Sillano segnaliamo la "Mostra Mercato di prodotti tipici e dell'artigianato" che si tiene annualmente nel mese di ottobre e durante la quale è possibile ammirare pregevoli manufatti di artigiani locali.