Torna alla provincia di Massa Carrara

Massa

Foto © Davide Papalini
Massa

Massa (C.A.P. 54100) è la città capoluogo della provincia di Massa Carrara.

Massa conta 66.097 abitanti (Massesi) e ha una superficie di 94,02 chilometri quadrati per una densità abitativa di 703,01 abitanti per chilometro quadrato. Sorge a 65 metri sopra il livello del mare.

Il municipio è sito in Via Porta Fabbrica 1, tel. 0585 - 4901 fax. 0585 - 41245: l'indirizzo di posta elettronica è urp@comune.massa.ms.it.

Cenni anagrafici: Il comune di Massa ha fatto registrare nel censimento del 1991 una popolazione pari a 66.737 abitanti. Nel censimento del 2001 ha fatto registrare una popolazione pari a 66.097 abitanti, mostrando quindi nel decennio 1991 - 2001 una variazione percentuale di abitanti pari al -0,96%.

Gli abitanti sono distribuiti in 24.668 nuclei familiari con una media per nucleo familiare di 2,68 componenti.

Foto © Gianluca Matelli
Rocca Malaspina

Cenni geografici: Il territorio del comune risulta compreso tra i 35 e i 1.890 metri sul livello del mare.

L'escursione altimetrica complessiva risulta essere pari a 1.855 metri.

Cenni occupazionali: Risultano insistere sul territorio del comune 1.364 attività industriali con 6.278 addetti pari al 27,81% della forza lavoro occupata, 1.773 attività di servizio con 4.545 addetti pari al 20,13% della forza lavoro occupata, altre 2.256 attività di servizio con 7.342 addetti pari al 32,52% della forza lavoro occupata e 321 attività amministrative con 4.411 addetti pari al 19,54% della forza lavoro occupata.

Risultano occupati complessivamente 22.576 individui, pari al 34,16% del numero complessivo di abitanti del comune.

Massa sorge alle falde occidentali delle Alpi Apuane.

L'economia locale si basa prevalentemente sull'attività di numerose industrie operanti nei settori marmifero, meccanico, chimico, alimentare, cartario e del legno.

Foto © Davide Papalini
Piazza Mercurio

Il nome della località deriva dal latino "massa", con il significato di "tenuta agricola", con riferimento a un vasto possedimento terriero.

Il primo documento che attesta l'esistenza del borgo risale all'anno 882, quando esso si trovava già sotto l'influenza dei Vescovi di Luni.

Nel corso del XII secolo Massa si consolidò come feudo fortificato degli Obertinghi lungo una strada situata alle pendici delle Alpi Apuane.

Per via della sua posizione geografica favorevole rispetto ai territori malsani della costa, il borgo di Massa, nel corso dei secoli, fu a lungo conteso tra le potenti città di Pisa, Lucca, Firenze e Milano.

Fino a metà del XVI secolo il borgo venne dominato dai Malaspina ma allorquando la dinastia si estinse per mancanza di eredi diretti, esso passò ai Malaspina del ramo dei Cybo.

Sotto il governo dei Malaspina Cybo Massa ritrovò la sua stabilità politica e ciò favorì anche lo sviluppo delle attività di estrazione marmifera.

Alberico I Cybo Malaspina si preoccupò anche di ammodernare e ampliare il perimetro difensivo del nucleo fortificato e di abbellire la città di Massa mediante la costruzione di pregevoli palazzi.

Foto © Davide Papalini
Chiesa San Giovanni Decollato

Nel 1741, con il matrimonio tra Maria Teresa Cybo e Ercole d’Este, Duca di Modena, il territorio entrò a far parte dei possedimenti di quest'ultimo, perdendo dunque la sua autonomia.

Alla fine dello stesso secolo la proprietà di Massa passò a Maria Beatrice d'Austria, la quale vi governò fino all'invasione del territorio operata dalle truppe francesi di Napoleone Bonaparte.

Nel 1806 il borgo di Massa venne annesso ai possedimenti della Repubblica di Lucca e concesso in feudo a Elisa Baciocchi, sorella di Napoleone Bonaparte.

La Granduchessa Elisa Baciocchi portò a termine l'opera di ammodernamento dell'impianto urbano iniziata dai Malaspina.

Dopo la risoluzione dell'occupazione francese, la proprietà di Massa ritornò al Ducato di Modena, retto dagli Estensi, del quale fece parte fino all'Unità d'Italia avvenuta nel 1861 ad opera del Re Vittorio Emanuele II di Savoia.

Tra i monumenti di maggiore rilievo a Massa citiamo qui la Cattedrale, la Chiesa del Carmine, la Chiesa di San Sebastiano, la Chiesa di San Rocco, il Castello dei Malaspina e il Palazzo Cybo-Malaspina.

Tra le numerose manifestazioni che si svolgono periodicamente a Massa segnaliamo la tradizionale "Fiera di San Francesco" che si tiene annualmente nei primi giorni del mese di ottobre e che vanta almeno centocinquanta espositori di prodotti locali di vario genere.