Torna alla provincia di Massa Carrara

Mulazzo

Foto Wikipedia
The town of Mulazzo

Mulazzo (C.A.P. 54026) dista 57,5 chilometri da Massa-Carrara, capoluogo della omonima provincia cui il comune appartiene.

Mulazzo conta 2.564 abitanti (Mulazzesi) e ha una superficie di 62,54 chilometri quadrati per una densità abitativa di 41,00 abitanti per chilometro quadrato. Sorge a 351 metri sopra il livello del mare.

Il municipio è sito in Via Liberazione 10, tel. 0187 - 43901 fax. 0187 - 437756: l'indirizzo di posta elettronica è comune.mulazzo@lunigiana.ms.it.

Cenni anagrafici: Il comune di Mulazzo ha fatto registrare nel censimento del 1991 una popolazione pari a 2.632 abitanti. Nel censimento del 2001 ha fatto registrare una popolazione pari a 2.564 abitanti, mostrando quindi nel decennio 1991 - 2001 una variazione percentuale di abitanti pari al -2,58%.

Gli abitanti sono distribuiti in 1.195 nuclei familiari con una media per nucleo familiare di 2,15 componenti.

Cenni geografici: Il territorio del comune risulta compreso tra i 86 e i 1.142 metri sul livello del mare.

L'escursione altimetrica complessiva risulta essere pari a 1.056 metri.

Foto Wikipedia
The town of Mulazzo

Cenni occupazionali: Risultano insistere sul territorio del comune 31 attività industriali con 197 addetti pari al 40,70% della forza lavoro occupata, 55 attività di servizio con 98 addetti pari al 20,25% della forza lavoro occupata, altre 49 attività di servizio con 121 addetti pari al 25% della forza lavoro occupata e 15 attività amministrative con 68 addetti pari al 14,05% della forza lavoro occupata.

Risultano occupati complessivamente 484 individui, pari al 18,88% del numero complessivo di abitanti del comune.

Mulazzo sorge lungo la valle del torrente Mangiola, nell'alta Lunigiana.

L'economia locale si basa prevalentemente sulla produzione ortofrutticola, vinicola, di olive, di castagne e sull'allevamento di ovini e bovini.

Il nome della località deriva con tutta probabilità dal nome proprio di persona latino "Munatius".

Il borgo di Mulazzo venne fondato durante l'Alto Medioevo dai Bizantini, i quali ne riconobbero la strategica posizione geografica lungo una vallata circondata da catene montuose e ivi si trasferirono nella speranza di scampare alle incursioni barbariche dell'epoca.

Foto Wikipedia
The castlel of Gavedo

Intorno al VI secolo D. C. il territorio venne conquistato dai Longobardi che successivamente lo cedettero al Conte Obizzo Malaspina, Signore di Massa, la famiglia del quale dominò a lungo il borgo.

Agli inizi del secolo XI il borgo di Mulazzo annesse al proprio territorio la vicina cittadina di Zeri che da essa dipese fino al secolo successivo.

Nel XIV secolo il sommo poeta Dante Alighieri si recò in visita a Mulazzo in seguito all'invito di Franceschino Malaspina, intendendo quest'ultimo porre fine con l'aiuto dell'amico poeta a una controversia in atto con i Vescovi di Luni.

La controversia tra i Malaspina e il Vescovado di Luni per la contesa del borgo di Mulazzo si risolse felicemente, tuttavia il borgo risentì delle lotte in atto tra le località vicine per la spartizione dei confini e la divisione dei terreni rurali.

Sotto la dominazione dei Malaspina l'economia del borgo venne incentrata sulle coltivazioni rurali, tra le quali assunse un grande rilievo la produzione vinicola.

All'inizio del XIX secolo il dominio dei Malaspina venne interrotto dall'invasione del territorio da parte delle truppe francesi guidate da Napoleone Bonaparte, il quale abolì il feudalesimo e tolse ai Malaspina il monopolio della zona.

Dopo il periodo della dominazione napoleonica Mulazzo venne annesso al Granducato di Toscana, retto dai Lorena, rimanendovi fino all'Unità d'Italia che avvenne nel 1861 ad opera del Re Vittorio Emanuele II di Savoia.

Foto Wikipedia
Borgo Lusuolo

Tra i monumenti di maggiore rilievo a Mulazzo citiamo qui la Chiesa di San Martino, il Santuario della Madonna del Monte, i resti del Castello e il Centro Studi "Alessandro Malaspina".

Tra le numerose manifestazioni che si svolgono periodicamente a Mulazzo segnaliamo qui la "Sagra delle Castagne" che si svolge nel mese di novembre in occasione della raccolta della castagne. Durante la manifestazione vengono allestiti numerosi stand enogastronomici dove è possibile gustare le ottime pietanze tipiche a base di castagne accompagnate dal buon vino locale.