Torna alla provincia di Pisa

Castelfranco di Sotto

Foto © Apt Pisa Veduta di Castelfranco di Sotto

Castelfranco di Sotto (C.A.P. 56022) dista 39,5 chilometri da Pisa, capoluogo della omonima provincia cui il comune appartiene.

Castelfranco di Sotto conta 11.395 abitanti (Castelfranchesi) e ha una superficie di 48,37 chilometri quadrati per una densità abitativa di 235,58 abitanti per chilometro quadrato. Sorge a 16 metri sopra il livello del mare.

Il municipio è sito in Piazza R. Bertoncini 1, tel. 0571 - 4871 fax. 0571 - 478995: l'indirizzo di posta elettronica è info@comune.castelfranco-di-sotto.pi.it.

Foto © Apt Pisa Municipio

Cenni anagrafici: Il comune di Castelfranco di Sotto ha fatto registrare nel censimento del 1991 una popolazione pari a 10.834 abitanti. Nel censimento del 2001 ha fatto registrare una popolazione pari a 11.395 abitanti, mostrando quindi nel decennio 1991 - 2001 una variazione percentuale di abitanti pari al 5,18%.

Gli abitanti sono distribuiti in 4.166 nuclei familiari con una media per nucleo familiare di 2,74 componenti.

Cenni geografici: Il territorio del comune risulta compreso tra i 5 e i 115 metri sul livello del mare.

L'escursione altimetrica complessiva risulta essere pari a 110 metri.

Foto © Apt Pisa Chiesa di San Lorenzo

Cenni occupazionali: Risultano insistere sul territorio del comune 387 attività industriali con 2.736 addetti pari al 51,17% della forza lavoro occupata, 246 attività di servizio con 620 addetti pari al 11,60% della forza lavoro occupata, altre 272 attività di servizio con 1.767 addetti pari al 33,05% della forza lavoro occupata e 25 attività amministrative con 224 addetti pari al 4,19% della forza lavoro occupata.

Risultano occupati complessivamente 5.347 individui, pari al 46,92% del numero complessivo di abitanti del comune.

Castelfranco di Sotto si estende tra la riva destra dell'Arno e il canale Usciana, ai piedi delle colline Cerbaie.

L'economia locale si basa prevalentemente sulla produzione di cereali, frutta, ortaggi e sull'attività di numerose industrie alimentari e di alcuni calzaturifici.

Il nome della località deriva dal composto di "Castel" e "franco", quest'ultimo con il significato di "libero dal dominio feudale", ai quali venne aggiunta la specificazione "di Sotto" con riferimento alla posizione pianeggiante ove la località sorge.

Foto © Apt Pisa Viale del Borgo

La formazione del borgo avvenne nel corso del XII secolo sotto la giurisdizione dei Conti Cadolingi i quali vi esercitarono la loro influenza fino a metà del secolo successivo.

Nel XIII secolo il borgo passò alla città di Lucca che ne operò una massiccia fortificazione mediante la costruzione di una possente cinta muraria, munita di imponenti torri.

Nei primi decenni del XIV secolo il borgo visse un periodo travagliato a causa delle continue lotte tra Lucca e Pisa, entrambe decise a impadronirsi di Castelfranco di Sotto che passò alternativamente sotto il controllo dell'una o dell'altra città. Contemporaneamente il territorio di Castelfranco di Sotto subì anche saccheggi e devastazioni operati da condottieri ghibellini quali Guido Novello, Uguccione della Faggiola e Castruccio Castracani.

Foto © Apt Pisa Particolare del centro storico

Il borgo di Castelfranco di Sotto potè risollevare le sue sorti solo dopo la sua annessione ai possedimenti della Repubblica di Firenze, sotto la cui giurisdizione gli abitanti si posero spontaneamente.

La dominazione fiorentina portò un giovamento all'economia di Castelfranco di Sotto attraverso l'incentivo delle colture rurali e la realizzazione delle prime opere di bonifica del territorio.

Dal XV secolo, con l'avvento al potere del casato de' Medici ebbe inizio un periodo di stabilità politica e di prosperità economica che si protrasse anche sotto il governo dei Duchi di Lorena, saliti al potere all'inizio del XVIII secolo.

Il borgo di Castelfranco di Sotto divenne dapprima una Podesteria del contado fiorentino e nel 1774 venne elevato al rango di comune autonomo da Pietro Leopoldo di Lorena, potendo così dotarsi di statuti propri.

Foto © Apt Pisa Torre Campanaria

La dominazione lorenese venne interrotta dall'invasione del territorio operata dalle truppe napoleoniche che ivi rimasero stanziate fino al 1814, anno in cui l'occupazione francese si risolse e il borgo di Castelfranco di Sotto venne annesso al Granducato di Toscana.

Nel 1861 Castelfranco di Sotto venne annesso al Regno d'Italia dal Re Vittorio Emanuele II di Savoia.

Tra i monumenti di maggiore rilievo a Castelfranco di Sotto citiamo qui la Chiesa di San Lorenzo Martire, la Collegiata di San Pietro, il Palazzo Comunale e la Villa Campanile.

La città di Castelfranco di Sotto ha dato i natali al medico Giuseppe Zambeccari (1655 - 1729).

Tra le manifestazioni che si svolgono periodicamente a Castelfranco di Sotto segnaliamo la "Sagra del Bignè" che si svolge annualmente nel mese di agosto presso la vicina frazione di Orentano in occasione della festa patronale di San Lorenzo.

Durante la manifestazione è possibile gustare i prelibati bignè al cioccolato e alla crema preparati dai migliori pasticceri della zona e assistere a gare ciclistiche e spettacoli musicali che fanno da cornice alla sagra.