Torna alla provincia di Pistoia

Abetone

Foto © gipici@yahoo.it Monte Gomito, Val di Luce, Dente della Vecchia, Monte Cimone

Abetone (C.A.P. 51021) dista 48,4 chilometri da Pistoia, capoluogo della omonima provincia cui il comune appartiene.

Abetone conta 707 abitanti (Abetonesi) e ha una superficie di 31,28 chilometri quadrati per una densità abitativa di 22,60 abitanti per chilometro quadrato. Sorge a 1.388 metri sopra il livello del mare.

Il municipio è sito in Via Pescinone 15, tel. 0573 - 607811 fax. 0573 - 60475: l'indirizzo di posta elettronica è c.sbragia@comune.abetone.pt.it.

Cenni anagrafici: Il comune di Abetone ha fatto registrare nel censimento del 1991 una popolazione pari a 758 abitanti. Nel censimento del 2001 ha fatto registrare una popolazione pari a 707 abitanti, mostrando quindi nel decennio 1991 - 2001 una variazione percentuale di abitanti pari al -6,73%.

Foto © gipici@yahoo.it Lago Piatto

Gli abitanti sono distribuiti in 300 nuclei familiari con una media per nucleo familiare di 2,36 componenti.

Cenni geografici: Il territorio del comune risulta compreso tra i 827 e i 1.940 metri sul livello del mare.

L'escursione altimetrica complessiva risulta essere pari a 1.113 metri.

Cenni occupazionali: Risultano insistere sul territorio del comune 30 attività industriali con 75 addetti pari al 15,66% della forza lavoro occupata, 39 attività di servizio con 66 addetti pari al 13,78% della forza lavoro occupata, altre 102 attività di servizio con 303 addetti pari al 63,26% della forza lavoro occupata e 19 attività amministrative con 35 addetti pari al 7,31% della forza lavoro occupata.

Risultano occupati complessivamente 479 individui, pari al 67,75% del numero complessivo di abitanti del comune.

Foto © gipici@yahoo.it Lago Nero e e Valle del Sestaione

Abetone sorge sul valico dell'omonimo Passo dell'Abetone al confine tra la Toscana e l'Emilia Romagna.

L'economia di Abetone si basa prevalentemente sul turismo, la località è infatti una rinomata stazione sciistica ben attrezzata di strutture alberghiere. Abetone è infatti il centro sciistico più importante dell'Appennino e dispone di una fitta rete di impianti sciistici.

Tra i prodotti tipici di Abetone segnaliamo "il Nocino" che è un liquore ricavato dal mallo di noci secondo un'antica tradizione.

Il terrirorio di Abetone era già frequentato all'epoca dei romani ma la sua storia è strettamente legata alla costruzione della strada di collegamento con Modena.

Foto © gipici@yahoo.it Mirtilli di Abetone

Abetone fu a lungo la località preferita da quanti avevano necessità di nascondersi, pertanto trovarono un perfetto nascondiglio tra la fitta vegetazione boschiva.

Il nome della località deriva da un enorme abete che venne abbattuto per la costruzione della strada che nel Settecento collegò la regione Toscana a Modena. Prima di allora la località era chiamata Boscolungo, nome che oggi è invece attribuito a una frazione di Abetone.

Nel 1732 il Granduca di Toscana Pietro Leopoldo, in accordo con il Duca di Modena Francesco III, diede inizio ai lavori di costruzione di una strada che al principio fu praticabile soltanto da Pistoia a Capostrada.

Con l'apertura della cosiddetta "Via Regia Modenese" si sviluppò un vero e proprio centro abitato, popolato prevalentemente da contadini. Sorsero quindi anche le prime fabbriche e locande che diedero un notevole impulso all'economia del borgo.

Foto © gipici@yahoo.it Lago Nero dall'Alpe Tre Potenze

Contemporaneamente alla costruzione della Via Regia Modenese vennero erette due piramidi, in pietra con decorazioni marmoree, per segnare il confine fra il Granducato di Toscana e il ducato di Modena, sulle quali è ancor oggi possibile leggere le iscrizioni dei nomi dei duchi promotori del progetto.

Durante la dominazione del Granducato di Toscana venne eretta la Chiesa di San Leopoldo in onore del Granduca di Toscana, fautore della realizzazione dell'imponente via modenese e di conseguenza di un notevole slancio nell'economia di Abetone che continuò a svilupparsi fino all'Unità d'Italia che avvenne nel 1861 per volere del Re Vittorio Emanuele II di Savoia.

Tra i monumenti di maggiore rilievo a Abetone segnaliamo qui la Chiesa di San Leopoldo, le Piramidi e il Ponte sul Sestaione.