Torna alla provincia di Siena

Colle di Val d`Elsa

Foto © Editori dell'Acero Veduta di Colle di Val d'Elsa

Colle di Val d`Elsa (C.A.P. 53034) dista 24,1 chilometri da Siena, capoluogo della omonima provincia cui il comune appartiene.

Colle di Val d`Elsa conta 19.473 abitanti (Colligiani) e ha una superficie di 92,2 chilometri quadrati per una densità abitativa di 211,20 abitanti per chilometro quadrato. Sorge a 141 metri sopra il livello del mare.

Il municipio è sito in Via F. Campana 18, tel. 0577 - 912111 fax. 0577 - 912270: l'indirizzo di posta elettronica è sindaco@comune.collevaldelsa.it.

Cenni anagrafici: Il comune di Colle di Val d`Elsa ha fatto registrare nel censimento del 1991 una popolazione pari a 17.040 abitanti. Nel censimento del 2001 ha fatto registrare una popolazione pari a 19.473 abitanti, mostrando quindi nel decennio 1991 - 2001 una variazione percentuale di abitanti pari al 14,28%.

Gli abitanti sono distribuiti in 7.573 nuclei familiari con una media per nucleo familiare di 2,57 componenti.

Cenni geografici: Il territorio del comune risulta compreso tra i 105 e i 425 metri sul livello del mare.

Foto © Editori dell'Acero Palazzo Campagna

L'escursione altimetrica complessiva risulta essere pari a 320 metri.

Cenni occupazionali: Risultano insistere sul territorio del comune 566 attività industriali con 3.219 addetti pari al 51,55% della forza lavoro occupata, 427 attività di servizio con 1.015 addetti pari al 16,25% della forza lavoro occupata, altre 485 attività di servizio con 1.362 addetti pari al 21,81% della forza lavoro occupata e 103 attività amministrative con 649 addetti pari al 10,39% della forza lavoro occupata.

Risultano occupati complessivamente 6.245 individui, pari al 32,07% del numero complessivo di abitanti del comune.

Colle di Val d'Elsa sorge lungo la riva sinistra del fiume Elsa.

L'economia locale è caratterizzata da una vasta produzione di cereali, olio e vino. A essa si aggiungono numerose industrie alimentari, meccaniche, del mobile e della carta e anche aziende dedite alla lavorazione della ceramica.

Foto © Editori dell'Acero Chiesa Santa Maria

La località era anticamente conosciuta con il nome di "Colle" e solo nel 1862 essa ha assunto la sua specificazione attuale, con riferimento alla sua posizione nella valle del fiume Elsa.

I primi insediamenti nella zona si formarono in epoca romana, durante la quale la città conobbe un primo periodo di floridezza.

Nel corso del Medioevo la Pieve, sorta precedentemente, divenne arcipretura dipendente direttamente dalla Santa Sede. Colle di Val d'Elsa diventò allora un importante centro e più tardi venne anche elevato a Comune Autonomo.

Nel corso del Trecento la città venne a lungo contesa tra le due potenti città di Siena e Firenze e a quest'ultima Colle di Val d'Elsa si sottomise nel 1338. Nei decenni successivi la comunità di Colle di Val d'Elsa si dedicò all'agricoltura e alla lavorazione artigianale della lana e del ferro.

Tra il Quattrocento e il Cinquecento la città accrebbe notevolmente la sua importanza congiuntamente a un crescente sviluppo economico dovuto alla nascita dei primi centri di stampa e delle prime botteghe per la lavorazione del vetro.

Alla fine del Cinquecento Colle di Val d'Elsa divenne Municipio Fiorentino e dopo aver sostenuto Firenze nella celebre "Guerra de' Pazzi", venne eletta nel 1592 sede vescovile e elevata al rango di città.

Tra il Cinquecento e il Settecento durante la dominazione dei Granduchi de' Medici Colle di Val d'Elsa venne arricchita di numerosi monumenti e sfarzosi palazzi. Vennero anche restaurati gli antichi edifici cittadini.

Foto © Editori dell'Acero Porta Nuova

Agli inizi dell'Ottocento il territorio di Colle di Val d'Elsa venne invaso dalle truppe francesi guidate da Napoleone Bonaparte che ivi rimasero stanziate fino al 1814. Dal 1815 la città fece parte del Granducato di Toscana fino all'Unità d'Italia che avvenne nel 1861 ad opera del Re Vittorio Emanuele II di Savoia.

Tra i monumenti di maggiore rilievo a Colle di Val d'Elsa citiamo qui il Duomo, l'Abbazia di San Salvatore, la Chiesa di Sant'Agostino, la Chiesa di Santa Maria a Spugna, il Castello, il Palazzo Pretorio, il Palazzo Campana, la Casa-Torre di Arnolfo Cambio e il Baluardo.

Tra le numerose manifestazioni che si svolgono periodicamente a Colle di Val d'Elsa segnaliamo qui la tradizionale mostra d'artigianato "Cristallo tra le Mura" che si tiene annualmente nel mese di Settembre. Per l'occasione vengono allestite alcune botteghe che espongono oggetti di cristallo prodotti nelle botteghe artigiane del territorio.