Torna alla provincia di Arezzo

Cortona

Foto © Editori dell'Acero Veduta di Cortona

Cortona (C.A.P. 52044) dista 29,2 chilometri da Arezzo, capoluogo della omonima provincia cui il comune appartiene.

Cortona conta 22.046 abitanti (Cortonesi) e ha una superficie di 342,33 chilometri quadrati per una densità abitativa di 64,40 abitanti per chilometro quadrato. Sorge a 494 metri sopra il livello del mare.

Il municipio è sito in Piazza Signorelli 13, tel. 0575 - 637225 fax. 0575 - 604744: l'indirizzo di posta elettronica è sindaco@comune.cortona.ar.it.

Cenni anagrafici: Il comune di Cortona ha fatto registrare nel censimento del 1991 una popolazione pari a 22.598 abitanti. Nel censimento del 2001 ha fatto registrare una popolazione pari a 22.046 abitanti, mostrando quindi nel decennio 1991 - 2001 una variazione percentuale di abitanti pari al -2,44%.

Gli abitanti sono distribuiti in 8.258 nuclei familiari con una media per nucleo familiare di 2,67 componenti.

Cenni geografici: Il territorio del comune risulta compreso tra i 243 e i 1.057 metri sul livello del mare.

L'escursione altimetrica complessiva risulta essere pari a 814 metri.

Cenni occupazionali: Risultano insistere sul territorio del comune 581 attività industriali con 2.550 addetti pari al 35,21% della forza lavoro occupata, 636 attivitą di servizio con 1.420 addetti pari al 19,61% della forza lavoro occupata, altre 632 attivitą di servizio con 2.127 addetti pari al 29,37% della forza lavoro occupata e 109 attivitą amministrative con 1.145 addetti pari al 15,81% della forza lavoro occupata.

Foto © Editori dell'Acero Badia di Farneta

Risultano occupati complessivamente 7.242 individui, pari al 32,85% del numero complessivo di abitanti del comune.

Cortona sorge sul fianco di un ripido colle che si trova al confine della Val di Chiana e che dominae il lago Trasimeno.

L'economia della città si basa prevalentemente sulle attività agricole e industriali ma notevole è anche l'artigianato artistico del legno e della pietra.

I primi insediamenti accertati nella zona di Cortona risalgono all'età etrusca: i resti delle mura erette in quell'epoca sono ancora oggi visibili. Successivamente la città divenne un importante centro romano in virtù del passaggio dell'antica Via Cassia ai piedi del colle sul quale Cortona si sviluppò.

Dopo la caduta dell'Impero Romano iniziò un periodo di declino economico, dovuto anche al progressivo diffondersi delle paludi nel territorio, che si protrasse fino al XIII secolo.

Foto © Editori dell'Acero Particolare dell`interno della Badia di Farneta

Nella seconda metà del XIII secolo iniziarono le lotte tra la popolazione di Cortona e la potente città di Arezzo che intendeva conquistarne il territorio e che si conclusero con il saccheggio della città da parte degli aretini e l'esilio della popolazione.

Soltanto nel 1261 la popolazione potè ritornare a Cortona e porre inizio alla ricostruzione degli edifici danneggiati.

Nel 1325 Cortona venne elevata al rango di diocesi e contemporaneamente passò sotto la dominazione della famiglia dei Casali, mantenendo tuttavia una certa autonomia, che si protrasse fino alla fine del Trecento.

Nel 1411 Cortona entrò nell'orbita fiorentina e vi rimase fino alla fine del XVIII secolo.

Durante la dominazione fiorentina, e in particolar modo con l'avvento al potere della famiglia de' Medici, iniziò un periodo di grandi opere edilizie che videro la riorganizzazione e la riqualificazione del tessuto urbano e la costruzione della Fortezza Girifalco, oggi ancora visibile.

Il periodo mediceo fu uno dei più fiorenti nella storia di Cortona e corrispose allo sviluppo, oltre che economico, anche culturale e artistico sotto l'influenza di grandi maestri d'arte come Piero della Francesca (1420-1492).

Foto © Editori dell'Acero Piazza della Repubblica

Nel 1861 Cortona venne annessa al Regno d'Italia ad opera del Re Vittorio Emanuele II di Savoia.

Tra i monumenti di maggiore rilievo a Cortona citiamo qui il Duomo, la Chiesa di Santa Maria Nuova, la Chiesa di San Francesco, la Chiesa di San Nicolò, il Santuario di Santa Margherita, il Museo dell'Accademia Etrusca, il Museo Diocesano, la Fortezza del Girifalco, il Palazzo Comunale e il Palazzo Fierli-Petrella.

La città di Cortona ha dato i natali al pittore rinascimentale Luca Signorelli (1445-1523).

Tra le numerose manifestazioni che si svolgono periodicamente a Cortona segnaliamo qui la Mostra Mercato Nazionale del Mobile Antico che si tiene ogni anno nel mese di settembre.