Torna alla provincia di Arezzo

Terranuova Bracciolini

Foto © Gabriel Saplontai Terranuova Bracciolini

Terranuova Bracciolini (C.A.P. 52028) dista 36,1 chilometri da Arezzo, capoluogo della omonima provincia cui il comune appartiene.

Terranuova Bracciolini conta 11.184 abitanti (Terranuovesi) e ha una superficie di 85,37 chilometri quadrati per una densità abitativa di 131,01 abitanti per chilometro quadrato. Sorge a 156 metri sopra il livello del mare.

Il municipio è sito in Piazza della Repubblica 16, tel. 055 - 919471 fax. 055 - 9199656: l'indirizzo di posta elettronica è terranuova@val.it.

Cenni anagrafici: Il comune di Terranuova Bracciolini ha fatto registrare nel censimento del 1991 una popolazione pari a 10.392 abitanti. Nel censimento del 2001 ha fatto registrare una popolazione pari a 11.184 abitanti, mostrando quindi nel decennio 1991 - 2001 una variazione percentuale di abitanti pari al 7,62%.

Gli abitanti sono distribuiti in 4.073 nuclei familiari con una media per nucleo familiare di 2,75 componenti.

Cenni geografici: Il territorio del comune risulta compreso tra i 130 e i 318 metri sul livello del mare.

L'escursione altimetrica complessiva risulta essere pari a 188 metri.

Cenni occupazionali: Risultano insistere sul territorio del comune 492 attività industriali con 3.810 addetti pari al 69,32% della forza lavoro occupata, 232 attivitą di servizio con 576 addetti pari al 10,48% della forza lavoro occupata, altre 247 attivitą di servizio con 845 addetti pari al 15,37% della forza lavoro occupata e 72 attivitą amministrative con 265 addetti pari al 4,82% della forza lavoro occupata.

Risultano occupati complessivamente 5.496 individui, pari al 49,14% del numero complessivo di abitanti del comune.

Terranuova Bracciolini sorge nella zona pianeggiante a destra del fiume Arno.

L'economia locale si basa prevalentemente sull'agricoltura e sull'allevamento di bovini e sull'avicoltura. La città vanta anche la presenza di numerose industrie meccaniche, calzaturiere, tessili e per la lavorazione del vetro.

Il nome della località si compone di due termini, l'uno, "Terranuova", che si riferisce a un "nuovo insediamento" e l'altro, "Bracciolini", aggiunto nel 1862 in riferimento al nome dell'umanista Poggio Bracciolini che ivi ebbe i natali (1380-1549).

Durante l'Alto Medioevo il territorio di Terranuova Bracciolini si trovò sottoposto alla giurisdizione della famiglia degli Umbertini, i quali vi costruirono un castello.

All'inizio del XIII secolo il possedimento degli Ubertini venne invaso dalle truppe fiorentine che rasero al suolo il castello e annessero il borgo ai domini del contado fiorentino.

Foto © Gabriel Saplontai Terranuova Bracciolini

L'effettiva rifondazione del borgo avvenne nei primi anni del XIV secolo ad opera della Repubblica di Firenze che in tutto il territorio stava provvedendo alla costruzione di una delle "terre murate" tipiche di questo periodo.

La costruzione del borgo avvenne su progetto dell'architetto Arnolfo di Cambio, grazie al quale l'impianto urbano venne realizzato in forma rettangolare e impostato su due assi principali, alle estremità dei quali vennero poste le quattro porte d'accesso alla città.

Terranuova Bracciolini divenne ben presto un importante presidio militare della Repubblica Fiorentina che si assicurò in tal modo il controllo del Valdarno.

Ormai stabilmente nell'orbita fiorentina Terranuova Bracciolini ne condivise le sorti e la storia, passando dapprima alla giurisdizione del Granducato de' Medici e nel Settecento, alla morte dell'ultimo erede della dinastia Medici, ai Duchi di Lorena.

All'inizio dell'Ottocento il territorio di Terranuova Bracciolini subì l'invasione dell'esercito francese capeggiato da Napoleone Bonaparte che ivi si stanziò rimanendovi fino al 1814.

Dal 1815 Terranuova Bracciolini venne assegnato al Granducato di Toscana retto dai Granduchi di Lorena e ivi rimase fino all'Unità d'Italia che avvenne nel 1861 ad opera del Re Vittorio Emanuele II di Savoia.

Tra i monumenti di maggiore rilievo a Terranuova Bracciolini citiamo qui la Chiesa di San Donato, l'Arcipretura di Santa Maria e la Chiesa di San Biagio ai Mori.

La città di Terranuova Bracciolini ha dato i natali all'umanista Poggio Bracciolini (1380-1549).

Tra le numerose manifestazioni che si svolgono periodicamente a Terranuova Bracciolini segnaliamo "Terra e Tavola", una mostra nazionale di prodotti enogastronomici tipici del Valdarno e delle valli aretine che si svolge nel annualmente mese di settembre.