Torna alla provincia di Firenze

Fiesole

Foto © Editori dell'Acero Fiesole

Fiesole (C.A.P. 50014) dista 9,2 chilometri da Firenze, capoluogo della omonima provincia cui il comune appartiene.

Fiesole conta 14.142 abitanti (Fiesolani) e ha una superficie di 42,11 chilometri quadrati per una densità abitativa di 335,83 abitanti per chilometro quadrato. Sorge a 295 metri sopra il livello del mare.

Il municipio è sito in Piazza Mino 24/26, tel. 055 - 59611 fax. 055 - 59045: l'indirizzo di posta elettronica è urp@comune.fiesole.fi.it.

Cenni anagrafici: Il comune di Fiesole ha fatto registrare nel censimento del 1991 una popolazione pari a 15.096 abitanti. Nel censimento del 2001 ha fatto registrare una popolazione pari a 14.142 abitanti, mostrando quindi nel decennio 1991 - 2001 una variazione percentuale di abitanti pari al -6,32%.

Gli abitanti sono distribuiti in 5.448 nuclei familiari con una media per nucleo familiare di 2,60 componenti.

Cenni geografici: Il territorio del comune risulta compreso tra i 57 e i 702 metri sul livello del mare.

L'escursione altimetrica complessiva risulta essere pari a 645 metri.

Foto © Editori dell'Acero Chiesa di Santi Bartolo e Romolo

Cenni occupazionali: Risultano insistere sul territorio del comune 238 attività industriali con 880 addetti pari al 27,29% della forza lavoro occupata, 251 attività di servizio con 770 addetti pari al 23,88% della forza lavoro occupata, altre 320 attività di servizio con 1.148 addetti pari al 35,60% della forza lavoro occupata e 96 attività amministrative con 427 addetti pari al 13,24% della forza lavoro occupata.

Risultano occupati complessivamente 3.225 individui, pari al 22,80% del numero complessivo di abitanti del comune.

Fiesole sorge su un colle che domina la conca di Firenze, sopra le valli dei fiumi Arno e Mugnone.

La città è un importante centro agricolo e industriale in provincia di Firenze. L'economia locale si basa prevalentemente sul turismo, grazie alla bellezza dei colli ricoperti di ulivi, di pini e di cipressi, alle numerose ville e giardini che popolarono i colli già dal 700 e allo splendido panorama su Firenze.

Il nome della città deriva dal termine latino "Faesulae": il nome le venne imposto dai romani che la conquistarono.

L'insediamento della città è di origine etrusca: Fiesole fu infatti una delle principali città dell'Etruria fino al 90 a.c., anno in cui divenne colonia romana. Sotto la dominazione romana iniziò un periodo di splendore: furono costruiti fori, templi, teatri e terme.

Fiesole divenne centro amministrativo ed economico della regione fino a che le invasioni barbariche del 405 d.c. determinarono l'inizio di un periodo di decadenza: la città perse la sua importanza a favore della vicina Firenze.

Secondo le testimonianze storiche, Firenze conquistò la cittadina nel 1125. Fiesole, ormai parte del territorio fiorentino, visse gli eventi che interessarono Firenze: in primo luogo le lotte intestine tra la fazione politica dei Guelfi, sostenitori del Papato, e quella dei Ghibellini, sostenitori dell'Impero che si conclusero solo con l'avvento al potere del casato de' Medici.

Foto © Editori dell'Acero Chiesa San Martino a Maiano

Dal 1399 Fiesole cominciò a godere di una certa prosperità autonoma tanto da indurre Firenze a costruire un cinta di mura per difenderla dalle invasioni nemiche.

Dalla prima metà del 1400, con l'avvento al potere della famiglia de' Medici, Fiesole fu arricchita di numerose ville e giardini poichè considerata particolarmente suggestiva per la bellezza dei paesaggi e dei panorami.

Tra il 1700 e il 1800 Fiesole era già la meta preferita dai visitatori stranieri e dagli artisti di passaggio a Firenze.

Nel 1861 Fiesole venne annessa al Regno d'Italia ad opera del Re Vittorio Emanuele II di Savoia.

Tra i monumenti di rilievo artistico a Fiesole citiamo qui la Chiesa di San Domenico, la Chiesa di Santa Maria Primerana, la Chiesa di San Francesco, la Chiesa di Sant'Alessandro, il Duomo, il Palazzo vescovile, il Teatro romano e il Museo Archeologico.