Torna alla provincia di Firenze

Montespertoli

Foto © Editori dell'Acero Chiesa San piero in Mercato

Montespertoli (C.A.P. 50025) dista 30,8 chilometri da Firenze, capoluogo della omonima provincia cui il comune appartiene.

Montespertoli conta 11.354 abitanti (Montespertolesi) e ha una superficie di 125,04 chilometri quadrati per una densità abitativa di 90,80 abitanti per chilometro quadrato. Sorge a 257 metri sopra il livello del mare.

Il municipio è sito in Piazza del Popolo 1, tel. 0571 - 6001 fax. 0571 - 609760: l'indirizzo di posta elettronica è sindaco@comune.montespertoli.fi.it.

Cenni anagrafici: Il comune di Montespertoli ha fatto registrare nel censimento del 1991 una popolazione pari a 9.432 abitanti. Nel censimento del 2001 ha fatto registrare una popolazione pari a 11.354 abitanti, mostrando quindi nel decennio 1991 - 2001 una variazione percentuale di abitanti pari al 20,38%.

Gli abitanti sono distribuiti in 4.216 nuclei familiari con una media per nucleo familiare di 2,69 componenti.

Cenni geografici: Il territorio del comune risulta compreso tra i 53 e i 422 metri sul livello del mare.

L'escursione altimetrica complessiva risulta essere pari a 369 metri.

Cenni occupazionali: Risultano insistere sul territorio del comune 436 attività industriali con 2.136 addetti pari al 61,86% della forza lavoro occupata, 253 attività di servizio con 587 addetti pari al 17,00% della forza lavoro occupata, altre 192 attività di servizio con 520 addetti pari al 15,06% della forza lavoro occupata e 56 attività amministrative con 210 addetti pari al 6,08% della forza lavoro occupata.

Risultano occupati complessivamente 3.453 individui, pari al 30,41% del numero complessivo di abitanti del comune.

Foto © Editori dell'Acero Chiesa di Sant`Andrea

Montespertoli si snoda tra la val di Pesa e la val d'Elsa.

L'economia locale si basa prevalentemente sulla produzione di uva da vino e olive e sull'attività di numerose industrie chimiche, di materiali da costruzione, dell'abbigliamento e di lavorazione della pelle.

Il nome della località deriva dal composto di "Monte" e di "Sighipert", nome di origine germanica, al quale venne aggiunto il suffisso "-ulus", indicante "appartenenza".

I primi insediamenti nella zona di Montespertoli risalgono all'epoca degli Etruschi, epoca nella quale la località era già un'importante centro commerciale.

Tuttavia la nascita del borgo avvenne in epoca medievale, quando esso si trovò sotto la giurisdizione degli Acciaioli, i quali vi costruirono un castello attorno al quale iniziò a raccogliersi la comunità di Montespertoli.

Montespertoli si sviluppò come mercatale grazie alla sua posizione in prossimità di importanti assi viari, come ad esempio la cosiddetta "Via Volterrana" che attraversava il suo territorio e si collegava alla "Via Francigena".

Nel 1135 la città di Firenze assediò il borgo di Montespertoli e ne distrusse il castello: nel corso del secolo successivo Montespertoli divenne dapprima libero comune e successivamente venne inglobato nei possedimenti della Repubblica Fiorentina.

Nel corso del XV secolo Montespertoli accrebbe d'importanza quando divenne sede podestarile e vi fu anche trasferito il mercato che precedentemente si teneva presso una località vicina. Ebbe inizio allora sia il commercio dei prodotti agricoli provenienti dalle località vicine che la valorizzazione delle produzioni locali.

Foto © Editori dell'Acero Chiesa San piero in Mercato - Pulpito

Da allora la storia del borgo di Montespertoli è strettamente legata alle vicende della Repubblica Fiorentina, che fu dapprima guidata dai Granduchi de' Medici per poi passare per eredità, agli inizi del Settecento, ai Duchi Lorena, i quali favorirono un forte incremento dell'economia locale di Montespertoli grazie alla bonifica del territorio operata durante il loro governo.

Agli inizi dell'Ottocento le truppe francesi al seguito di Napoleone Bonaparte invasero il territorio di Montespertoli e ivi rimasero stanziate fino al 1814, quando il Trattato di Vienna assegnò la città al Granducato di Toscana.

Nel 1861 Montespertoli venne annessa al Regno d'Italia ad opera del Re Vittorio Emanuele II di Savoia.

Tra i monumenti di maggiore rilievo a Montespertoli citiamo qui la Chiesa di Sant'Andrea, la Pieve di San Pietro e la Villa Sonnino.

Tra le numerose manifestazioni che si svolgono periodicamente a Montespertoli segnaliamo qui la "Sagra del Bombolone" che si tiene annualmente durante l'ultimo fine settimana del mese di marzo e che accoglie in città numerosi curiosi e golosi di questo dolce fritto, ripieno di cioccolato o crema.