Torna alla provincia di Grosseto

Isola del Giglio

© Reti e Sistemi Toscana.indettaglio.it

Isola del Giglio (C.A.P. 58012) dista 74,3 chilometri da Grosseto, capoluogo della omonima provincia cui il comune appartiene.

Isola del Giglio conta 1.401 abitanti (Gigliesi) e ha una superficie di 23,79 chilometri quadrati per una densità abitativa di 58,89 abitanti per chilometro quadrato. Sorge a 405 metri sopra il livello del mare.

Il municipio è sito in Via Vittorio Emanuele 2, tel. 0564 - 806064 fax. 0564 - 806349: l'indirizzo di posta elettronica è comunediisoladelgiglio.ci@tin.it.

Cenni anagrafici: Il comune di Isola del Giglio ha fatto registrare nel censimento del 1991 una popolazione pari a 1.558 abitanti. Nel censimento del 2001 ha fatto registrare una popolazione pari a 1.401 abitanti, mostrando quindi nel decennio 1991 - 2001 una variazione percentuale di abitanti pari al -10,08%.

Gli abitanti sono distribuiti in 666 nuclei familiari con una media per nucleo familiare di 2,10 componenti.

Cenni geografici: Il territorio del comune risulta compreso tra i 1 e i 496 metri sul livello del mare.

L'escursione altimetrica complessiva risulta essere pari a 495 metri.

Cenni occupazionali: Risultano insistere sul territorio del comune 32 attività industriali con 139 addetti pari al 18,41% della forza lavoro occupata, 74 attività di servizio con 150 addetti pari al 19,87% della forza lavoro occupata, altre 121 attività di servizio con 383 addetti pari al 50,73% della forza lavoro occupata e 15 attività amministrative con 83 addetti pari al 10,99% della forza lavoro occupata.

Risultano occupati complessivamente 755 individui, pari al 53,89% del numero complessivo di abitanti del comune.

Isola del Giglio, seconda isola dell'arcipelago toscano, è situata al centro del Mar Tirreno a sole 11 miglia dal Promontorio dell’Argentario. L'isola è costituita prevalentemente da rocce granitiche ed ha un aspetto montuoso con il punto più alto nel poggio della Pagana (alto 498 metri).

L'isola, oltre a essere una celebre meta turistica, è anche una rinomata località di produzione vinicola di gran pregio, famosa nel mondo per la bellezza dei suoi fondali marini. Gli abitanti dell'isola, oltre che alle attività agricole e turistiche sono altresì dediti attivamente alla attività della pesca.

Il comune di Isola del Giglio risulta essere costituito dai tre seguenti centri abitati: Giglio Porto e Giglio Campese, attivi centri turistici, e Giglio Castello, ove ha sede il centro amministrativo del comune. Il comune di Isola del Giglio comprende anche l'Isola di Giannutri, la più meridionale dell'Arcipelago toscano.

I primi insediamenti, sul versante campese, risalgono a epoche preistoriche: in epoca etrusca il sito divenne sede di un porto, la cui fiorente attività risulta documentata fino al Medioevo.

Nel III secolo A. C. Isola del Giglio venne occupata dai Romani che ne detennero il controllo fino alla caduta dell'Impero Romano d'Occidente. Il comune passò quindi in epoche successive sotto il dominio della dinastia degli Aldobrandeschi, quindi dei Pannocchieschi, dei Caetani, degli Orsini e di Perugia.

Dal 1264 al 1406 l'isola fu sotto la dominazione Pisana. Nel 1460 L'isola venne ceduta a Pio II Piccolomini la cui famiglia ne mantenette il possesso sino al 1544, data in cui in seguito alle incursioni dei pirati al seguito di Khair ed-Din, meglio conosciuto come il Barbarossa, la popolazione venne decimata e i superstiti ridotti in schiavitù.

Nel 1558 Isola del Giglio entrò nell'orbita politica del Granducato di Toscana con la dinastia de' Medici e ne condivise le sorti politiche ed economiche fino alla sua annessione al Regno d'Italia avvenuta nel 1861 ad opera di Vittorio Emanuele II di Savoia.

Tra i monumenti di maggiore rilievo ad Isola del Giglio segnaliamo qui la parrocchiale di San Pietro Apostolo e la Rocca Pisana a Giglio Castello, i resti della villa marittima dei Domizi Enobardi a Giglio Porto, e la torre campese a Giglio Campese.

Tra le numerose manifestazioni che si svolgono a Isola del Giglio, di particolare interesse è la festa che si celebra ogni anno a Giglio Porto il 10 di agosto in onore del patrono, San Lorenzo. La serata è caratterizzata da spettacoli pirotecnici, dal tradizionale Palio Marinaro e da una processione.