Torna alla città di Livorno

Turismo a Livorno


Il monumento dei Quattro Mori a Livorno

Il monumento dei Quattro Mori, collocato all’ingresso della città, è uno tra i più noti di Livorno.

Per lungo tempo, nell’immaginario collettivo ha rappresentato il simbolo della città.

Il monumento risulta composto da una statua in marmo, raffigurante il Granduca Ferdinando I de' Medici, circondata da quattro mori in bronzo.

La statua in marmo fu eseguita tra il 1595 e il 1599 a Carrara su commissione del Granduca Ferdinando I e giunse a Livorno per via mare nel 1601.

Le prime due statue dei mori giunsero a Livorno nel 1623 da Firenze. Le altre due statue si aggiunsero poi nel giugno 1626.

Foto © Editori dell'Acero Monumento dei Quattro Mori

La statua marmorea ritraente il Granduca, situata al centro del monumento tra i quattro mori, è opera di Giovanni Bandini (1540-1599). I Mori sono opera di Pietro Tacca (1577-1640).

Ferdinando I è raffigurato con l’uniforme di Gran Maestro dei Cavalieri di Santo Stefano. Ai suoi piedi si trovano quattro statue in bronzo che rappresentano quattro prigionieri incatenati dall'aspetto straziato in netto contrasto con l'atteggiamento distaccato del granduca.

I Mori sono caratterizzati dalla naturalezza realistica delle loro forme: la plasticità e la perfezione anatomica li rendono altrettanto suggestivi.

Il monumento è celebrativo dell’Ordine dei Cavalieri di Santo Stefano che, fondato nel 1561 da Cosimo I de' Medici, si impegnò attivamente in una lotta serrata contro i pirati turchi che imperversavano nei mari mediterranei.