Torna alla provincia di Pisa

Monteverdi Marittimo

© Reti e Sistemi Toscana.indettaglio.it

Monteverdi Marittimo (C.A.P. 56040) dista 97,9 chilometri da Pisa, capoluogo della omonima provincia cui il comune appartiene.

Monteverdi Marittimo conta 701 abitanti (Monteverdini) e ha una superficie di 98,73 chilometri quadrati per una densità abitativa di 7,10 abitanti per chilometro quadrato. Sorge a 364 metri sopra il livello del mare.

Il municipio è sito in Via IV Novembre 1, tel. 0565 - 785123 fax. 0565 - 784410: l'indirizzo di posta elettronica è comune.monteverdi@comune.monteverdi.pi.it.

Cenni anagrafici: Il comune di Monteverdi Marittimo ha fatto registrare nel censimento del 1991 una popolazione pari a 755 abitanti. Nel censimento del 2001 ha fatto registrare una popolazione pari a 701 abitanti, mostrando quindi nel decennio 1991 - 2001 una variazione percentuale di abitanti pari al -7,15%.

Gli abitanti sono distribuiti in 322 nuclei familiari con una media per nucleo familiare di 2,18 componenti.

Cenni geografici: Il territorio del comune risulta compreso tra i 65 e i 594 metri sul livello del mare.

L'escursione altimetrica complessiva risulta essere pari a 529 metri.

Cenni occupazionali: Risultano insistere sul territorio del comune 9 attività industriali con 35 addetti pari al 19,13% della forza lavoro occupata, 15 attività di servizio con 39 addetti pari al 21,31% della forza lavoro occupata, altre 20 attività di servizio con 69 addetti pari al 37,70% della forza lavoro occupata e 10 attività amministrative con 40 addetti pari al 21,86% della forza lavoro occupata.

Risultano occupati complessivamente 183 individui, pari al 26,11% del numero complessivo di abitanti del comune.

Monteverdi Marittimo sorge sul versante meridionale delle Colline Metallifere.

L'economia locale si basa prevalentemente sulla produzione di cereali, foraggi, uva da vino e su attività legate alla pastorizia.

Il nome della località deriva dal composto di "monte", con riferimento all'ubicazione della località in posizione elevata, e dell'aggettivo "verde", al quale venne aggiunta la specificazione "marittimo", con riferimento alla posizione della località nella Maremma pisana.

La nascita del borgo di Monteverdi Marittimo avvenne in epoca alto medievale, quando sul territorio venne fondata l'Abbazia di San Pietro in Palazzuolo, attorno alla quale la comunità iniziò a raccogliersi e a costruire le proprie abitazioni.

Successivamente nei pressi dell'abbazia venne eretto anche un castello che nel XIII secolo si pose sotto la protezione della città di Volterra. Nello stesso periodo i monaci dell'Abbazia si sottomisero alla città di Massa Marittima.

Solo a metà dello stesso secolo i monaci si aggregarono alla comunità di Monteverdi Marittimo, ponendo anche l'abbazia sotto la giurisdizione di Volterra.

Nella seconda metà del secolo successivo l'Abbazia di San Pietro in Palazzuolo venne assediata e distrutta dalle truppe della Repubblica di Pisa e l'edificio venne abbandonato.

Nel XV secolo la Repubblica di Firenze riuscì a sottrarre il borgo di Monteverdi Marittimo al dominio di Volterra e lo annesse al proprio contado.

Il borgo di Monteverdi Marittimo si trovò quindi governato dai Granduchi de' Medici, i quali lo concessero in feudo alla nobile famiglia fiorentina degli Incontri. Quest'ultima ne mantenne il controllo fino all'avvento al potere dei Duchi di Lorena, avvenuto all'inizio del XVIII.

Nell'ambito delle riforme lorenesi, nel 1776 Pietro Leopoldo di Lorena abolì il feudalismo e concesse al borgo la sua autonomia comunale.

La dominazione dei Lorena si protrasse fino all'inizio del secolo successivo, quando le truppe francesi al seguito di Napoleone Bonaparte occuparono il territorio e vi rimasero stanziati fino al 1814.

Dal 1815 il borgo di Monteverdi Marittimo entrò a far parte del Granducato di Toscana, retto ancora dai Lorena, rimanendovi fino alla sua annessione al Regno d'Italia avvenuta ad opera del Re Vittorio Emanuele II di Savoia.

Tra i monumenti di maggiore rilievo a Monteverdi Marittimo citiamo qui la Chiesa di Sant'Andrea, l'Oratorio del Santissimo Sacramento, il Castello di Monteverdi e i resti delle sue fortificazioni medievali.

Tra le numerose manifestazioni che si svolgono periodicamente a Monteverdi Marittimo segnaliamo la "Festa di Sant'Andrea" che si tiene annualmente il 30 del mese di novembre in onore del Santo Patrono.