Torna alla provincia di Pisa

San Miniato

Foto © Apt Pisa
La città di San Miniato

San Miniato (C.A.P. 56028) dista 47,4 chilometri da Pisa, capoluogo della omonima provincia cui il comune appartiene.

San Miniato conta 26.353 abitanti (Samminiatesi) e ha una superficie di 102,54 chilometri quadrati per una densità abitativa di 257,00 abitanti per chilometro quadrato. Sorge a 140 metri sopra il livello del mare.

Il municipio è sito in Via Vittime del Duomo 8, tel. 0571 - 4061 fax. 0571 - 406234: l'indirizzo di posta elettronica è urp@comune.san-miniato.pi.it.

Cenni anagrafici: Il comune di San Miniato ha fatto registrare nel censimento del 1991 una popolazione pari a 25.352 abitanti.

Foto © Apt Pisa
Chiesa San Francesco

Nel censimento del 2001 ha fatto registrare una popolazione pari a 26.353 abitanti, mostrando quindi nel decennio 1991 - 2001 una variazione percentuale di abitanti pari al 3,95%.

Gli abitanti sono distribuiti in 9.509 nuclei familiari con una media per nucleo familiare di 2,77 componenti.

Cenni geografici: Il territorio del comune risulta compreso tra i 11 e i 220 metri sul livello del mare.

L'escursione altimetrica complessiva risulta essere pari a 209 metri.

Cenni occupazionali: Risultano insistere sul territorio del comune 948 attività industriali con 4.211 addetti pari al 47,86% della forza lavoro occupata, 652 attività di servizio con 1.491 addetti pari al 16,95% della forza lavoro occupata, altre 537 attività di servizio con 2.032 addetti pari al 23,10% della forza lavoro occupata e 155 attività amministrative con 1.064 addetti pari al 12,09% della forza lavoro occupata.

Foto © Apt Pisa
Mercato dei Fiori

Risultano occupati complessivamente 8.798 individui, pari al 33,39% del numero complessivo di abitanti del comune.

San Miniato sorge su un colle situato sulla sponda sinistra del fiume Arno.

L’economia di San Miniato poggia principalmente sull’industria conciaria, cui si aggiungono numerose aziende operanti nel settore delle confezioni e in quello alimentare. L’agricoltura viene praticata prevalentemente per la produzione di foraggi destinati al bestiame d'allevamento.

I primi insediamenti nella zona di San miniato risalgono all'epoca etrusco-romana durante la quale San Miniato era un'importante baluardo dell'Impero.

Foto © Apt Pisa
Mostra del Tartufo

Nella seconda metà del 700 San Miniato venne invasa dai Longobardi che vi costruirono una prima chiesa titolata a San Miniato, martire fiorentino, e dalla quale il borgo trasse il suo nome.

Nel 1211 San Francesco d'Assisi si recò a San Miniato e vi fondò l'omonimo convento.

In epoca comunale il borgo di San Miniato fu alleato alla potente città di Pisa, che a sua volta era retta dalla fazione ghibellina (sostenitrice dell'Impero). Nel corso del 1200 San Miniato ottenne numerosi privilegi dall'imperatore Federico II, tra i quali la ristrutturazione dell'impianto urbano e la successiva fortificazione e la costruzione di una rocca.

Allorquando la fazione ghibellina decadde, San Miniato venne sottoposta alla dominazione di Carlo d'Angiò, alla quale riuscì a ribellarsi nel 1291 aderendo alla lega Guelfa e costituendosi in libero comune.

Foto © Apt Pisa
Mostra del Tartufo

L'autonomia del borgo durò poco e nel 1347 San Miniato entrò a far parte della Repubblica Fiorentina sotto la cui dominazione ebbe inizio una fase di incremento economico che le diede una importanza tale da essere considerata in quel periodo una delle maggiori città della regione.

Nel 1622 San Miniato venne elevata al rango di città e divenne anche sede vescovile. Ormai stabilmente nell'orbita fiorentina San Miniato ne condivise la storia e le sorti fino all'Unità d'Italia che avvenne nel 1861 ad opera del Re Vittorio Emanuele II di Savoia.

Tra i monumenti di maggiore rilievo a San Miniato citiamo qui la Chiesa di San Domenico, il Duomo, il Santuario del Crocifisso, la Chiesa di San Francesco, l'Oratorio della Trinità, il Palazzo Vescovile, il Palazzo dei Vicari dell'Imperatore, il Palazzo Grifoni e il Municipio.

Tra le numerose manifestazione che si svolgono periodicamente a San Miniato segnaliamo la tradizionale "Mostra del tartufo bianco" che si svolge ogni anno nel mese di novembre.