Torna alla provincia di Pistoia

Massa e Cozzile

Foto © Wikipedia
Massa e Cozzile

Massa e Cozzile (C.A.P. 51010) dista 21,9 chilometri da Pistoia, capoluogo della omonima provincia cui il comune appartiene.

Massa e Cozzile conta 7.198 abitanti (Massesi) e ha una superficie di 16,01 chilometri quadrati per una densità abitativa di 449,59 abitanti per chilometro quadrato. Sorge a 223 metri sopra il livello del mare.

Il municipio è sito in Via Giusfredi 7, tel. 0572 - 928311 fax. 0572 - 60357: l'indirizzo di posta elettronica è info@comune.massa-e-cozzile.pt.it.

Cenni anagrafici: Il comune di Massa e Cozzile ha fatto registrare nel censimento del 1991 una popolazione pari a 6.598 abitanti. Nel censimento del 2001 ha fatto registrare una popolazione pari a 7.198 abitanti, mostrando quindi nel decennio 1991 - 2001 una variazione percentuale di abitanti pari al 9,09%.

Gli abitanti sono distribuiti in 2.867 nuclei familiari con una media per nucleo familiare di 2,51 componenti.

Foto © Wikipedia
Palazzo Pretorio

Cenni geografici: Il territorio del comune risulta compreso tra i 16 e i 775 metri sul livello del mare.

L'escursione altimetrica complessiva risulta essere pari a 759 metri.

Cenni occupazionali: Risultano insistere sul territorio del comune 264 attività industriali con 1.567 addetti pari al 41,39% della forza lavoro occupata, 273 attività di servizio con 1.243 addetti pari al 32,83% della forza lavoro occupata, altre 215 attività di servizio con 734 addetti pari al 19,39% della forza lavoro occupata e 36 attività amministrative con 242 addetti pari al 6,39% della forza lavoro occupata.

Risultano occupati complessivamente 3.786 individui, pari al 52,60% del numero complessivo di abitanti del comune.

Massa e Cozzile sorge su un rilievo collinare in Valdinievole.

L'economia locale si basa prevalentemente sulla produzione ortaggi, frutta, uva da vino, olive e sull'attività delle numerose industrie operanti nel settore alimentare, dell'abbigliamento e della lavorazione del legno.

Il nome della località deriva dal composto di "Massa", derivante a sua volta dal latino "massa" con il significato di "tenuta agricola", e di "Cozzile", del quale non si conosce l'etimologia.

La località di Massa e Cozzile nacque dall'unione dei due borghi di Massa e di Cozzile, i quali erano collegati da una antica via romana, ancora oggi percorribile.

Foto © Wikipedia
Porta ai Campi

I primi insediamenti sul territorio di Massa risalgono anch'essi all'epoca romana ma si consolidarono durante l'altomedioevo.

Nel corso del Medioevo i due borghi andarono consolidandosi sotto l'influenza della città di Lucca che ne operò una massiccia opera di fortificazione in vista dei conflitti che sarebbero divampati successivamente nel territorio.

All'inizio del XIII secolo il borgo di Massa ottenne la sua autonomia comunale, con possibilità di dotarsi di propri statuti.

Dal XIV secolo ebbe inizio un duro conflitto tra le città di Pistoia, Lucca e Firenze per il possesso dei due borghi, conflitto che si protrasse nei due secoli successivi e che causò la ripetuta devastazione del territorio dei due borghi.

Le località ritrovarono un clima di pace solo quando, a metà del XVI secolo, esse vennero annesse ai possedimenti della Repubblica di Firenze che in quel tempo era governata dai Granduchi de' Medici. Grazie a questi ultimi i due borghi di Massa e Cozzile godettero di un lungo periodo di stabilità politica che favorì la loro crescita economica e demografica.

Durante la dominazione fiorentina il comune di Massa divenne dapprima sede podestarile e sotto la dominazione dei Duchi di Lorena, esso venne aggregato alla comunità della località di Buggiano.

Foto © Wikipedia
Castello

All'inizio del XIX secolo il territorio di Massa e Cozzile venne invaso dalle truppe francesi guidate da Napoleone Bonaparte che ivi rimasero stanziate fino al 1814, anno in cui il Congresso di Vienna sancì la separazione di Buggiano e Massa e l'unione di quest'ultimo al borgo di Cozzile, dando luogo al comune autonomo di Massa e Cozzile.

Nel 1861 Massa e Cozzile venne annesso al Regno d'Italia ad opera del Re Vittorio Emanuele II di Savoia.

Tra i monumenti di maggiore rilievo a Massa e Cozzile citiamo qui la Chiesa di Santa Maria Assunta, il Palazzo del Podestà, la Rocca e i resti delle fortificazioni medievali.

Tra le numerose manifestazioni che si svolgono periodicamente a Massa e Cozzile segnaliamo le tradizionali "Settimane Massesi" che si tengono nel mese di giugno e che prevedono lo svolgimento di spettacoli di intrattenimento e l'allestimento lungo le vie del centro storico di stand per la degustazione degli ottimi prodotti tipici locali.