Torna alla provincia di Siena

Abbadia San Salvatore

Foto © Editori dell'Acero San Salvatore sul Monte Amiata Esterno

Abbadia San Salvatore (C.A.P. 53021) dista 76,8 chilometri da Siena, capoluogo della omonima provincia cui il comune appartiene.

Abbadia San Salvatore conta 6.816 abitanti (Abbadenghi) e ha una superficie di 58,91 chilometri quadrati per una densità abitativa di 115,70 abitanti per chilometro quadrato. Sorge a 822 metri sopra il livello del mare.

Il municipio è sito in Via Roma 2, tel. 0577 - 7701 fax. 0577 - 770325: l'indirizzo di posta elettronica è urp@comune.abbadia.siena.it.

Cenni anagrafici: Il comune di Abbadia San Salvatore ha fatto registrare nel censimento del 1991 una popolazione pari a 7.243 abitanti. Nel censimento del 2001 ha fatto registrare una popolazione pari a 6.816 abitanti, mostrando quindi nel decennio 1991 - 2001 una variazione percentuale di abitanti pari al -5,90%.

Gli abitanti sono distribuiti in 2.971 nuclei familiari con una media per nucleo familiare di 2,29 componenti.

Cenni geografici: Il territorio del comune risulta compreso tra i 307 e i 1.738 metri sul livello del mare.

L'escursione altimetrica complessiva risulta essere pari a 1.431 metri.

Cenni occupazionali: Risultano insistere sul territorio del comune 183 attività industriali con 613 addetti pari al 23,95% della forza lavoro occupata, 218 attività di servizio con 420 addetti pari al 16,41% della forza lavoro occupata, altre 253 attività di servizio con 847 addetti pari al 33,10% della forza lavoro occupata e 41 attività amministrative con 679 addetti pari al 26,53% della forza lavoro occupata.

Risultano occupati complessivamente 2.559 individui, pari al 37,54% del numero complessivo di abitanti del comune.

Foto © Editori dell'Acero San Salvatore sul Monte Amiata

Abbadia San Salvatore si estende lungo il versante orientale del Monte Amiata.

L'economia è particolarmente attiva nel terziario e nel settore turistico, potendo vantare numerose e qualificate strutture alberghiere.

Le origini della località risalgono alla fondazione nell'Alto Medioevo dell'omonima Abbazia di San Salvatore. Nel corso del XII secolo attorno a essa si formò la comunità di Abbadia San Salvatore, che fu sotto la giurisdizione dei monaci benedettini.

La località trae il suo nome da quello dell'Abbazia e precisamente dal latino "abbatia" che successivamente si trasformò in "abbadia", subendo l'influenza del locale dialetto popolare.

I monaci benedettini dell'Abbazia ebbero numerosi possessi fondiari e per questo entrarono in contrasto con la famiglia degli Aldobrandeschi di Santa Fiora, la quale intendeva sottrarre ai monaci il controllo dell'abbazia.

Dal 1212 gli abitanti di Abbadia San Salvatore ottenero una certa autonomia comunale. Tale condizione durò fino al 1260, anno in cui avvenne la Battaglia di Montaperti che vide l'affermarsi sul borgo del potere senese.

Nel corso del XIV secolo si ebbe un certo sviluppo economico. Le principali attività erano legate all'agricoltura e alla lavorazione artigianale del legno. In quel periodo erano attivi anche otto mulini.

Ancora nel XIV secolo la città di Orvieto ottenne il possesso del borgo. Successivamente Abbadia San Salvatore venne ceduta agli Aldobrandeschi, i quali vi esercitarono la propria giurisdizione fino a metà del secolo successivo.

Foto © Editori dell'Acero San Salvatore sul Monte Amiata Esterno

Nel 1559 Abbadia San Salvatore entrò a far parte dei possedimenti di Firenze sotto la dominazione dei Medici.

Nel corso del XVII secolo vennero impiantate le prime fabbriche per la lavorazione del ferro e del rame. Nel secolo successivo si sviluppò il commercio di legname e di prodotti agricoli verso la città di Siena.

Tale fu l'importanza acquisita nel corso dei secoli che, nel 1777, Abbadia San Salvatore venne nominata capoluogo di una vasta comunità comprendente molte località vicine.

Nel 1861 Abbadia San Salvatore venne annessa al Regno d'Italia ad opera del Re Vittorio Emanuele II di Savoia.

Tra i monumenti di maggiore interesse a Abbadia San Salvatore citiamo qui l'Abbazia di San Salvatore, la Chiesa di Santa Croce, il Palazzo Comunale e il Parco Museo Minerario del Monte Amiata.

Tra le numerose manifestazioni che si svolgono periodicamente a Abbadia San Salvatore segnaliamo qui la tradizionale "Festa Medievale" che si tiene nel mese di luglio nei giorni 8, 9 e 10. La manifestazione prevede la sfilata di un corteo storico, danze e duelli che rievocano il periodo medievale.