Torna alla provincia di Siena

Chianciano Terme

Foto Wikipedia
Chianciano Terme

Chianciano Terme (C.A.P. 53042) dista 87,9 chilometri da Siena, capoluogo della omonima provincia cui il comune appartiene.

Chianciano Terme conta 6.946 abitanti (Chiancianesi) e ha una superficie di 36,52 chilometri quadrati per una densità abitativa di 190,20 abitanti per chilometro quadrato. Sorge a 475 metri sopra il livello del mare.

Il municipio è sito in Via Solferino 3, tel. 0578 - 6521 fax. 0578 - 31607: l'indirizzo di posta elettronica è sindaco@comune.chianciano-terme.siena.it.

Cenni anagrafici: Il comune di Chianciano Terme ha fatto registrare nel censimento del 1991 una popolazione pari a 7.445 abitanti. Nel censimento del 2001 ha fatto registrare una popolazione pari a 6.946 abitanti, mostrando quindi nel decennio 1991 - 2001 una variazione percentuale di abitanti pari al -6,70%.

Gli abitanti sono distribuiti in 3.004 nuclei familiari con una media per nucleo familiare di 2,31 componenti.

Cenni geografici: Il territorio del comune risulta compreso tra i 258 e i 775 metri sul livello del mare.

Foto Wikipedia
Chiesa Madonna della Rosa

L'escursione altimetrica complessiva risulta essere pari a 517 metri.

Cenni occupazionali: Risultano insistere sul territorio del comune 117 attività industriali con 383 addetti pari al 9,99% della forza lavoro occupata, 350 attività di servizio con 682 addetti pari al 17,79% della forza lavoro occupata, altre 586 attività di servizio con 2.483 addetti pari al 64,78% della forza lavoro occupata e 44 attività amministrative con 285 addetti pari al 7,44% della forza lavoro occupata.

Risultano occupati complessivamente 3.833 individui, pari al 55,18% del numero complessivo di abitanti del comune.

Chianciano Terme sorge nell'area collinare compresa tra le città di Montepulciano e Chiusi.

L'economia della città è basata principalmente sul turismo grazie a numerosi e eleganti stabilimenti termali presenti in zona. Chianciano Terme è infatti una rinomata stazione idrotermale che offre numerose e qualificate strutture alberghiere.

Il nome della località deriva da un composto dal nome di persona "Clancius", al quale venne aggiunto successivamente il suffisso "-anus", e dalla specificazione "Terme" che si riferisce alle sorgenti termali presenti in zona.

I primi insediamenti nella zona di Chianciano Terme risalgono all'epoca etrusco-romana, quando la località era già ben nota per le proprietà curative delle sue acque termali.

Sin dall'antichità viene documentata la presenza di quattro sorgenti termali, le cui acque erano ricche di calcio, litio e zolfo.

Foto Wikipedia
Villa Simoneschi

Durante il Medioevo il Castello di Chianciano Terme, risalente al X secolo, era proprietà dei Conti Manenti di Sartiano. Tra i secoli X e XI il castello accrebbe la sua importanza tanto da divenire il centro più importante della zona circostante. Nel contempo anche il potere dei Conti Manenti andò consolidandosi sul territorio.

Nel 1230 il borgo di Chianciano Terme passò sotto la giurisdizione della città di Siena e successivamente esso divenne libero comune, seppure subendo l'influenza della città di Orvieto, che si protrasse fino al 1347, quando Chianciano Terme rientrò nell'orbita senese.

In quel periodo l'attività dei bagni termali era molto fiorente al punto da essere successivamente regolata da uno statuto comunale nel 1287.

Durante la dominazione senese Chianciano Terme si amministrò autonomamente con un proprio statuto e rimase sotto l'influenza senese fino al 1556, quando entrò a far parte dei domini della Repubblica di Firenze.

L'attività dei bagni venne intensificata durante la dominazione fiorentina e particolarmente con l'avvento dei Granduchi de' Medici, i quali ammodernarono profondamente gli antichi bagni termali.

Foto Wikipedia
Torre dell'Orologio

Il periodo della dominazione medicea si protrasse fino all'avvento al potere dei Duchi di Lorena agli inizi dell'Ottocento. La dominazione lorenese fu tuttavia presto interrotta dall'invasione dei francesi guidati da Napoleone Bonaparte.

Nel 1814 il Trattato di Vienna assegnò Chianciano Terme al Granducato di Toscana e la città rimase sotto la protezione granducale fino al 1861, quando venne annessa al Regno d'Italia dal re Vittorio Emanuele II di Savoia.

Tra i monumenti di maggiore rilievo a Chianciano Terme citiamo qui la Collegiata di San Giovanni Battista, la Chiesa della Misericordia, il Palazzo dell'Arcipretura, la Villa Simoneschi, il Castello dei Conti Manenti e gli Stabilimenti Termali.

Tra le numerose manifestazioni che si svolgono periodicamente a Chianciano Terme segnaliamo qui la tradizionale festa che si tiene in onore del Patrono San Giovanni Battista. Durante la manifestazione, che si tiene annualmente il 24 giugno, si svolge in città una gara equestre.