Torna alla provincia di Firenze

Firenze

Foto © Editori dell'Acero Veduta aerea di Firenze

Firenze (C.A.P. 50100) è la città capoluogo della omonima provincia.

Firenze conta 352.227 abitanti (Fiorentini) e ha una superficie di 102,41 chilometri quadrati per una densità abitativa di 3.439,38 abitanti per chilometro quadrato. Sorge a 50 metri sopra il livello del mare.

Il municipio è sito in Piazza della Signoria 1, tel. 055 - 27681 fax. 055 - 2616722: l'indirizzo di posta elettronica è sindaco@comune.fi.it.

Cenni anagrafici: Il comune di Firenze ha fatto registrare nel censimento del 1991 una popolazione pari a 403.294 abitanti. Nel censimento del 2001 ha fatto registrare una popolazione pari a 352.227 abitanti, mostrando quindi nel decennio 1991 - 2001 una variazione percentuale di abitanti pari al -12,66%.

Gli abitanti sono distribuiti in 162.963 nuclei familiari con una media per nucleo familiare di 2,16 componenti.

Cenni geografici: Il territorio del comune risulta compreso tra i 30 e i 343 metri sul livello del mare.

L'escursione altimetrica complessiva risulta essere pari a 313 metri.

Cenni occupazionali: Risultano insistere sul territorio del comune 7.121 attività industriali con 32.731 addetti pari al 19,66% della forza lavoro occupata, 11.141 attività di servizio con 31.325 addetti pari al 18,81% della forza lavoro occupata, altre 17.303 attività di servizio con 57.511 addetti pari al 34,54% della forza lavoro occupata e 2.737 attività amministrative con 44.944 addetti pari al 26,99% della forza lavoro occupata.

Risultano occupati complessivamente 166.511 individui, pari al 47,27% del numero complessivo di abitanti del comune.

Foto © Editori dell'Acero Il Palazzo Vecchio

Firenze sorge sulle sponde del fiume Arno.

Le principali attività economiche di Firenze sono il turismo, l'industria tessile, metallurgica, farmaceutica, chimica, del vetro e della ceramica, e i lavori artigianali di ricamo, cuoio ed oreficeria: quest'ultima è stata perfezionata nel corso dei secoli nei negozi artigiani vicino a Ponte Vecchio.

Firenze rappresenta nel mondo uno dei massimi esempi di bellezza classica, culla delle arti e della cultura.

La fondazione di Firenze risale al X secolo A.C. e il suo nome deriva dall'antico termine latino "Florentia", nome augurale legato probabilmente alla fertilità dei suoli.

Firenze fu costruita a pianta rettangolare all'interno della confluenza dei fiumi, Arno e Mugnone, per aumentarne la sicurezza contro le invasioni nemiche.

Le due strade principali della città conducono a quattro Porte e convergono nell'antica piazza centrale dell'Urbis del Forum, chiamata oggi Piazza della Repubblica.

All'antico centro urbano appartengono i bagni Capitolini, i bagni di Capaccio, la pavimentazione delle vie ed il Tempio di Iside in Piazza San Firenze, portati alla luce da recenti scavi archeologici.

I primi dati scritti che testimoniano la presenza della religione cristiana a Firenze risalgono al 313 D.C. con la registrazione della partecipazione del vescovo San Felice al sinodo tenuto nello stesso anno. La Chiesa di San Lorenzo, prima diocesi della città, fu consacrata nel 393 D.C..

Sotto il governo dell'imperatore romano Diocleziano Firenze fu capitale della "Regio Tuscia et Umbria".

Firenze non venne risparmiata dalle invasioni barbariche che la videro coinvolta nella guerra tra Goti e Bizantini, che se la contesero a lungo per via della sua strategica posizione geografica.

Foto © Editori dell'Acero Il Battistero di San Giovanni e la Cattedrale di Santa Maria del Fiore

Occupata dai Bizantini di Narsete nel 553, rimase sotto il loro dominio per circa un ventennio, fino al 570, anno in cui i Longobardi occuparono la Toscana: iniziò per Firenze il periodo più scuro della sua storia che le vide sottratto il ruolo di capitale in favore di Lucca.

Nel periodo carolingio, tra i secoli VIII e IX, si assiste alla rinascita di Firenze, con l'instaurazione di un sistema feudale e la sua trasformazione in contea del Sacro Impero Romano. È dello stesso periodo la fondazione di una prima scuola pubblica.

Il primo medioevo vede Firenze impegnata attivamente nel processo di riforma della Chiesa, ospitando il Concilio del 1055, sotto il pontificato di Papa Vittorio II, svoltosi alla presenza dell'Imperatore Enrico III e con la partecipazione di 120 Vescovi.

Nel 1125 Firenze divenne libero comune. In seguito alla morte dell'ultimo imperatore della dinastia franconiana, Enrico VI, iniziarono in città numerosi scontri tra la fazione Guelfa, sostenitrice del Papato, e quella Ghibellina, sostenitrice dell'Impero.

Nel XII secolo si costituì una dirigenza politica formata dalle sette arti maggiori: medici, mercanti, banchieri, lanaioli, setaioli, rappresentanti delle industrie e dei commerci.

Ancora nel XII secolo i Guelfi si divisero in due opposte fazioni: la fazione dei Bianchi, alla quale aderirono l'aristocrazia, le arti mediane e le arti minori, e la fazione dei Neri alla quale aderirono i rappresentanti delle industrie e rappresentanti dei commerci.

Dopo numerose vicende che videro l'alternarsi al potere delle varie fazioni, nel 1434 prese il potere il banchiere Cosimo de' Medici, con il quale ha inizio l'aurea età del Rinascimento.

Fu Lorenzo de' Medici, detto "il Magnifico", che trasformò la repubblica fiorentina in principato.

Il periodo di Lorenzo il Magnifico si protrasse fino al 1492 e nel 1494 venne restaurata la Repubblica che durò fino al 1512.

Foto © Editori dell'Acero Piazza Santa Maria Novella

Dopo il 1512 venne ricostutuita la Signoria e il casato de' Medici salito di nuovo al potere, vi rimase fino al 1737.

A Gian Gastone, ultimo discendente della dinastia de' Medici, successe la casata Asburgo Lorena che fece di Firenze la capitale dell'Etruria.

Nel 1861 la Toscana fu annessa al regno d'Italia dai Savoia che ne fecero la capitale del nuovo regno dal 1865 al 1871, data in cui Roma divenne capitale del Regno d'Italia.

Tra i monumenti di maggiore rilievo a Firenze citiamo qui la Cattedrale di San Lorenzo, il Battistero di San Giovanni, la Cattedrale di Santa Maria del Fiore, il Campanile, il Duomo, il Palazzo Vecchio, il Palazzo Pitti, la Galleria degli Uffizi e il Museo del Bargello.

Tra i personaggi illustri nati a Firenze, segnaliamo tra gli altri Dante Alighieri (1265-1321) autore della famosa Divina Commedia.

Tra le numerose manifestazioni storiche che si svolgono periodicamente a Firenze, segnaliamo il corteo storico che si tiene l'8 ottobre, tutti gli anni, durante il quale è possibile visitare i musei e i principali monumenti di arte romana.