Torna alla provincia di Livorno

Campo nell`Elba

© Reti e Sistemi Toscana.indettaglio.it

Campo nell`Elba (C.A.P. 57034) dista 153,3 chilometri da Livorno, capoluogo della omonima provincia cui il comune appartiene.

Campo nell`Elba conta 4.158 abitanti (Campesi) e ha una superficie di 55,59 chilometri quadrati per una densità abitativa di 74,80 abitanti per chilometro quadrato. Sorge a 2 metri sopra il livello del mare.

Il municipio è sito in Piazza Dante Alighieri N 1, tel. 0565 - 979311 fax. 0565 - 976921: l'indirizzo di posta elettronica è segreteriasindaco@elbalink.it.

Cenni anagrafici: Il comune di Campo nell`Elba ha fatto registrare nel censimento del 1991 una popolazione pari a 4.274 abitanti. Nel censimento del 2001 ha fatto registrare una popolazione pari a 4.158 abitanti, mostrando quindi nel decennio 1991 - 2001 una variazione percentuale di abitanti pari al -2,71%.

Gli abitanti sono distribuiti in 1.852 nuclei familiari con una media per nucleo familiare di 2,25 componenti.

Cenni geografici: Il territorio del comune risulta compreso tra i 1 e i 905 metri sul livello del mare.

L'escursione altimetrica complessiva risulta essere pari a 904 metri.

Cenni occupazionali: Risultano insistere sul territorio del comune 127 attività industriali con 446 addetti pari al 24,17% della forza lavoro occupata, 161 attività di servizio con 363 addetti pari al 19,67% della forza lavoro occupata, altre 238 attività di servizio con 903 addetti pari al 48,94% della forza lavoro occupata e 22 attività amministrative con 133 addetti pari al 7,21% della forza lavoro occupata.

Risultano occupati complessivamente 1.845 individui, pari al 44,37% del numero complessivo di abitanti del comune.

Campo nell'Elba sorge sul versante sud-occidentale dell'isola d'Elba.

L'economia locale si basa prevalentemente sulla pesca, sulla viticoltura e sull'estrazione e lavorazione del granito.

Il nome della località deriva dal composto di "campo", derivante a sua volta dal latino "campus" che significa "pianura", e di "nell'Elba", con riferimento al luogo ove la località sorge.

Le prime tracce umane sul territorio di Campo nell'Elba, del quale fa parte anche la bella isola di Pianosa, risalgono a epoche preistoriche mentre i primi insediamenti abitativi risalgono al periodo dei Romani, come dimostrano i numerosi ritrovamenti archeologici rinvenuti in zona e databili a tale epoca.

Durante il Medioevo il borgo di Campo nell'Elba si consolidò attorno a una pieve, sotto la diretta influenza della città di Livorno. A quel tempo l'isola di Pianosa faceva invece parte dei domini della Repubblica di Pisa.

Sin dal principio la comunità si dedicò all'estrazione del granito presso la vicina località di Secchetto, attività che fece la fortuna del borgo nel corso dei secoli successivi.

Successivamente anche Campo nell'Elba divenne parte dei possedimenti di Pisa: con il declino di quest'ultima entrambi i territori passarono sotto la giurisdizione degli Appiano, Signori di Piombino.

La dominazione degli Appiano diede al borgo la stabilità politica necessaria a favorire lo sviluppo delle attività economiche.

Successivamente il borgo di Campo nell'Elba venne annesso ai possedimenti della Repubblica di Firenze che, all'inizio del XVII secolo, aveva già conquistato quasi tutta l'isola d'Elba. Campo nell'Elba fu quindi dapprima sottoposta ai Granduchi de' Medici e successivamente ai Duchi di Lorena, i quali utilizzarono l'isola di Pianosa come colonia penale.

La dominazione dei Lorena si protrasse quasi ininterrottamente fino all'Unità d'Italia, avvenuta nel 1861 ad opera del Re Vittorio Emanuele II di Savoia.

Tra i monumenti di maggiore rilievo a Campo nell'Elba citiamo qui la Chiesa di San Giovanni, la Chiesa di San Niccolò, la Torre di Marina di Campo e la Torre di San Giovanni.

Tra le numerose manifestazioni che si svolgono periodicamente a Campo nell'Elba segnaliamo la tradizionale "Festa di San Gaetano" che si tiene annualmente il 7 di agosto in onore del Santo Patrono e che prevede l'allestimento di stand per la degustazione degli ottimi prodotti enogastronomici locali e lo svolgimento di spettacoli pirotecnici.