Torna alla provincia di Massa Carrara

Carrara

Foto © Wikipedia Carrara

Carrara (C.A.P. 54033) dista 10 chilometri da Massa-Carrara, capoluogo della omonima provincia cui il comune appartiene.

Carrara conta 65.560 abitanti (Carresi o Carraresi) e ha una superficie di 71,29 chilometri quadrati per una densità abitativa di 919,62 abitanti per chilometro quadrato. Sorge a 100 metri sopra il livello del mare.

Il municipio è sito in Piazza 2 Giugno 1, tel. 0585 - 6411 fax. 0585 - 641381: l'indirizzo di posta elettronica è sindaco@comune.carrara.ms.it.

Cenni anagrafici: Il comune di Carrara ha fatto registrare nel censimento del 1991 una popolazione pari a 67.197 abitanti. Nel censimento del 2001 ha fatto registrare una popolazione pari a 65.560 abitanti, mostrando quindi nel decennio 1991 - 2001 una variazione percentuale di abitanti pari al -2,44%.

Gli abitanti sono distribuiti in 26.235 nuclei familiari con una media per nucleo familiare di 2,50 componenti.

Cenni geografici: Il territorio del comune risulta compreso tra i 73 e i 1.610 metri sul livello del mare.

L'escursione altimetrica complessiva risulta essere pari a 1.537 metri.

Cenni occupazionali: Risultano insistere sul territorio del comune 1.369 attività industriali con 5.834 addetti pari al 28,52% della forza lavoro occupata, 1.760 attività di servizio con 4.058 addetti pari al 19,84% della forza lavoro occupata, altre 1.909 attività di servizio con 6.878 addetti pari al 33,62% della forza lavoro occupata e 387 attività amministrative con 3.688 addetti pari al 18,03% della forza lavoro occupata.

Risultano occupati complessivamente 20.458 individui, pari al 31,21% del numero complessivo di abitanti del comune.

Carrara sorge alle falde occidentali delle Alpi Apuane, lungo le sponde del torrente Carrione.

L'economia locale si basa prevalentemente sulle attività di estrazione e di lavorazione del pregiato marmo di Carrara, famoso in tutto il mondo.

Foto © Wikipedia Palazzo Ducale

Secondo alcune ipotesi, il toponimo della località potrebbe derivare dal latino "carraria", con il significato di "strada per carri", oppure da "carra", con il significato di "pietra".

I primi insediamenti nella zona di Carrara risalgono all'epoca dei Romani, periodo in cui sia l'estrazione che la lavorazione del marmo erano già attive.

L'effettivo consolidamento del borgo avvenne a partire dal X secolo, come dimostra un documento del 936 in cui si menziona la donazione della località fatta dall'imperatore carolingio Ottone I al vescovado di Luni.

Alla fine del XII secolo l'attività di estrazione marmifera raggiunse i suoi livelli più alti, conferendo al borgo una rilevante importanza economica: nello stesso periodo la località divenne sede del Vescovado di Luni.

Nel corso dei secoli successivi ebbe inizio un conflitto tra il potere ecclesiastico e la cittadinanza, volendo quest'ultima la concessione della propria autonomia. Si affermò in tale periodo la figura di Guglielmo Malaspina, feudatario appartenente alla dinastia degli Estensi, che tolse ai vescovi l'egemonia del borgo e pose quest'ultimo sotto la propria dominazione.

Il nuovo signore di Carrara diede avvio alla fortificazione del borgo che tuttavia venne successivamente conquistato dai Fiorentini. Questi ultimi si contesero il borgo con i Genovesi fino alla fine del XV secolo, quando esso ritornò in mano alla famiglia Malaspina.

In tale periodo la località visse una fase di floridezza economica, divenendo anche meta prediletta di artisti e artigiani che ivi si recavano alla ricerca di marmo pregiato.

Foto © Wikipedia Particolare di Carrara

Dopo l'occupazione francese condotta da Napoleone Bonaparte, avvenuta all'inizio del secolo successivo, la città di Carrara venne annessa al Ducato di Modena, retto dalla famiglia degli Estensi.

A metà del XIX secolo ebbe inizio la costruzione di un porto, presso l'attuale Marina di Carrara, dal quale partirono numerosi carichi di marmo alla volta di numerose città italiane.

Nel 1861 Carrara venne annessa al Regno d'Italia dal Re Vittorio Emanuele II di Savoia.

Tra i monumenti di maggiore rilievo a Carrara citiamo qui il Duomo, la Chiesa del Suffragio, la Chiesa del Carmine, la Chiesa della Madonna delle Grazie, il Palazzo Politeama Giuseppe Verdi, l'Accademia di Belle Arti e le Cave di Carrara.

La città di Carrara ha dato i natali al giurista e politico Pellegrino Rossi (1787-1848).

Tra le numerose manifestazioni che si svolgono periodicamente a Carrara segnaliamo qui la "Mostra Internazionale del Marmo" che si tiene annualmente nel mese di maggio presso Marina di Carrara e che prevede l'allestimento di una esposizione di macchinari e strumenti utilizzati nell'estrazione e lavorazione del marmo.