Torna alla provincia di Pisa

Pisa

Foto © Editori dell'Acero La Cattedrale

Pisa (C.A.P. 56100) è la città capoluogo della omonima provincia.

Pisa conta 85.379 abitanti (Pisani) e ha una superficie di 185,28 chilometri quadrati per una densità abitativa di 460,81 abitanti per chilometro quadrato. Sorge a 4 metri sopra il livello del mare.

Il municipio è sito in Via degli Uffizi 1, tel. 050 - 910111 fax. 050 - 500242: l'indirizzo di posta elettronica è seg-sind@comune.pisa.it.

Cenni anagrafici: Il comune di Pisa ha fatto registrare nel censimento del 1991 una popolazione pari a 98.928 abitanti. Nel censimento del 2001 ha fatto registrare una popolazione pari a 85.379 abitanti, mostrando quindi nel decennio 1991 - 2001 una variazione percentuale di abitanti pari al -13,70%.

Gli abitanti sono distribuiti in 36.385 nuclei familiari con una media per nucleo familiare di 2,35 componenti.

Cenni geografici: Il territorio del comune risulta compreso tra i -1 e i 16 metri sul livello del mare.

L'escursione altimetrica complessiva risulta essere pari a 17 metri.

Cenni occupazionali: Risultano insistere sul territorio del comune 1.252 attività industriali con 7.662 addetti pari al 18,21% della forza lavoro occupata, 2.473 attività di servizio con 4.865 addetti pari al 11,56% della forza lavoro occupata, altre 3.732 attività di servizio con 12.539 addetti pari al 29,80% della forza lavoro occupata e 907 attività amministrative con 17.014 addetti pari al 40,43% della forza lavoro occupata.

Risultano occupati complessivamente 42.080 individui, pari al 49,29% del numero complessivo di abitanti del comune.

Pisa sorge lungo la riva del fiume Arno, nella piana compresa tra il Monte Pisano e il mare.

Foto © Editori dell'Acero Piazza dei Cavalieri

Pisa è un importante località turistica e attivo centro industriale nei settori metalmeccanico, chimico, farmaceutico, tessile, del legno e della ceramica. Gli abitanti sono altresì dediti all'agricoltura di viti, ulivi, ortaggi e frutta, e all'allevamento di bovini.

Di origine ligure-etrusca, nei secoli successivi Pisa accrebbe la sua importanza economica grazie al suo porto. Il nome della città deriva dal latino "Pisae", che letteralmente significa "estuario".

I dati archeologici attestano una forte presenza etrusca già nella prima metà dell'Età del Ferro e soprattutto in età arcaica e classica, quando Pisa assunse l'importante ruolo di ponte tra le rotte tirreniche e l'entroterra etrusco.

Il Medioevo è il periodo di massima fioritura economica, politica e artistica in quanto Repubblica marinara. Nel corso del Medioevo Pisa dovette subire un cambiamento strutturale del suo assetto urbano a causa dei detriti dell'Arno che si depositarono nelle lagune allontanando in tal modo la città dalla riva del mare.

Pisa deve comunque la sua rinascita alle attività e ai commerci legati all'Arno che la attraversa. Sulla riva nord-est del fiume si sviluppò il nucleo abitativo di Forispartam, e sulla quella sinistra quello di Chinzica, la cui successiva fusione diede luogo alla città oggi chiamata Pisa.

La fiorente attività marinara perdurò durante il periodo longobardo e carolingio in cui Pisa estese la sua influenza sino alla Sardegna e alla Sicilia, espandendo la sua attività anche nel mediterraneo orientale con la partecipazione alla Prima Crociata (1095).

La sconfitta della Meloria inflittale nel 1284 dalla rivale Repubblica marinara di Genova segnò il lento declino economico di Pisa che perse il controllo sulla Corsica e sulla Sardegna.

Foto © Editori dell'Acero Chiesa Santa Maria della Spina

Nel 1399 Pisa venne affidata ai Visconti e successivamente, nel 1406, venne conquistata da Firenze. L'ascesa del casato de' Medici ne risollevò le sorti. Il periodo mediceo, infatti, segna la rinascita di una diffusa prosperità urbana, a scapito dell'antica attività marinara e mercantile.

Dopo la morte dell'ultimo discendente della famiglia Medici, intorno al 1700, Pisa passò ai Lorena.

La politica lorenese puntò immediatamente alla sistemazione della viabilità attraverso la realizzazione della linea ferroviaria che affiancò la linea fluviale.

Nel 1861 Pisa venne annessa al regno d'Italia ad opera del Re Vittorio Emanuele II di Savoia.

Tra i monumenti di maggiore rilievo a Pisa segnaliamo qui la Chiesa di San Francesco, la Chiesa di San Nicola, il Duomo, la Torre Pendente (o Campanile) e il Battistero.

Tra i numerosi personaggi nati a Pisa, ricordiamo l'illustre scienziato Galileo Galilei (1564-1642).

Tra le numerose manifestazioni storiche che si svolgono periodicamente a Pisa, segnaliamo La Regata delle Antiche Repubbliche Marinare che si disputa nel mese di luglio e coinvolge le città di Amalfi, Genova, Pisa e Venezia. Dal 1956 la sfida viene riproposta, a turno, nelle acque delle quattro Repubbliche marinare.